Vini Pugliesi incoronati dalla prestigiosa rivista “Forbes”

0
33

L’edizione italiana della prestigiosa rivista statunitense di economia “Forbes”, attesta nell’ambito della classifica delle “100 eccellenze italiane 2022” tre cantine pugliesi: la salentina Cantele di Guagnano e due cantine della Doc Gioia del Colle, Casa vinicola Coppi di Turi e Tenute Chiaromonte di Acquaviva delle Fonti. Nella lista di “Forbes” erano inserite trentuno etichette.

“E’ una notizia che mi rende particolarmente orgoglioso – commenta il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, – perché conferma ancora una volta, la qualità straordinaria delle nostre produzioni vitivinicole. Il novero tra le cento eccellenze italiane è l’ennesima attestazione di riconoscimento globale per i vini pugliesi, e in particolare, per il primitivo e il negro amaro: un binomio ormai noto a livello mondiale, che traina anche l’appeal turistico del tacco d’Italia. Il mio ringraziamento va naturalmente ai produttori, alla passione e dedizione nel rendere i nostri prodotti eccellenti. Come ,anche alla loro lungimiranza, nel sapere investire in innovazione mantenendo, comunque intatta la tradizione, il sapore e la qualità dei nostri vitigni autoctoni, ricchezza inestimabile e volàno del sistema Puglia”.

I vini premiati da “Forbes” confermano quanto i nostri vini  vengano apprezzati e ampiamente venduti. Il vino pugliese è un vino che non conosce crisi, ed infatti le vendite hanno avuto un’impennata soprattutto all’estero, con un exploit su tutti i mercati nazionali ed internazionali. Il territorio Pugliese è tra i territori enologici di grande prestigio. L’esportazione vinicola, nonostante l’emergenza pandemica di questi anni è cresciuta. Mai cosi tanto vino pugliese è stato acquistato all’estero,  le esportazioni Made in Italy hanno registrato un rimbalzo del 19%.

A spingere il record del vino all’estero, dopo l’anno del Covid – rileva Coldirettisono soprattutto gli Stati Uniti che fanno registrare un aumento delle esportazioni, confermandosi come il primo mercato di sbocco. Aumentano, addirittura del 67% le vendite in Cina, ma a trainare le bottiglie italiane oltre confine nel 2021 sono anche i consumatori europei.

Il Presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia afferma: La vaccinazione anti Covid  – sta favorendo il ritorno alla vita di comunità e la riapertura dei ristoranti che hanno ripreso slancio dopo un 2020 di sofferenza. La ripresa complessiva delle esportazioni, è accompagnata dalla crescita dei consumi interni, con un aumento record degli acquisti domestici di vini e spumanti, La Puglia, può ripartire dai punti di forza, con il segmento del vino che ha dimostrato resilienza di fronte la crisi e può svolgere, un ruolo di traino per l’intera economia agroalimentare”.