Trepuzzi, varata la nave di governo cittadina, si spera con vento amico

0
1485

trepuzzi municipioTrepuzzi (Le) – Si è celebrato ieri il rito del primo consiglio comunale per la nuova amministrazione. Nessuna sorpresa rispetto a quanto da noi annunciato in un precedente articolo, infatti nel corso dell’assemblea, il Sindaco Giuseppe Taurino ha nominato la Giunta, composta dai seguenti assessori: Giovanni Chirizzi Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica e all’Ambiente; Fernando Monte Assessore al Personale; Lucia Caretto Assessore alle Politiche Sociali; Anna Maria Capodieci Assessore al Bilancio, Programmazione e Pari Opportunità; Oronzo Valzano Assessore tecnico esterno ai Lavori Pubblici. Alessandro Capodieci è stato eletto Presidente del Consiglio Comunale;

il gruppo di Solidarietà Lavoro Democrazia ha eletto come suo capogruppo il consigliere Luigi Renna; il dibattito fra i banchi di maggioranza ed opposizione si è animato proprio sulla proposta di Capodieci da parte del neocapogruppo Luigi Renna ed il dott. Giovanni Perrone che ha contrapposto, per la copertura della seconda carica cittadina, il nome di Antonio Miglietta, uno dei due candidati sconfitti ma non asfaltati, come ha tenuto a precisare il dott. Perrone; una proposta formulata in nome di una nuova aria a Trepuzzi, ma che è stata rimandata al mittente dalla compagine uscita vincente dalle elezioni; lo stesso Capodieci è stato e nominato Consigliere delegato all’Unione dei Comuni, unitamente a Giuseppe Rampino rappresenterà Trepuzzi in seno all’unione; le Consigliere Oronza Renna e Laura Di Bella sono le componenti della Commissione Elettorale.

{gallery}Gallerie/giunta_trepuzzi{/gallery}

Infine, tutti i Consiglieri Comunali riceveranno la prossima settimana una delega specifica su cui lavorare.

“Il ruolo delle istituzioni è quello di rendere una città partecipe, inclusiva, di educare al riconoscimento del valore delle istituzioni”. Queste le dichiarazioni del Sindaco di Trepuzzi in apertura del consiglio comunale. “Da cittadino europeo, in un momento così delicato, che vede una battuta d’arresto per l’Europa dei popoli, sono convinto che le istituzioni locali debbano ampliare la partecipazione collettiva. Allo stesso modo, ai cittadini è richiesto un ulteriore slancio partecipativo”.

La nave di governo della città ha salpato le ancore. La cittadinanza, che ha gremito numerosissima la sala consiliare, si augura che il viaggio proceda sempre con il vento in poppa nell’interesse primario dei trepuzzini senza faziosità, con trasparenza e collegialità in un alveo in cui tutte le forze, sia di governo sia di opposizione, possano dare il loro imprescindibile contributo ad uno sviluppo concreto che vada oltre le belle parole.