Squinzano, la parola al neo eletto sindaco, Mino Miccoli

0
1252

A circa 22 giorni dall’esito delle elezioni abbiamo rivolto al neoeletto Sindaco avv.to Mino Miccoli, al fine di dare voce a colui che guiderà il paese per i prossimi cinque anni

Mino MiccoliCi può dire in che situazione ha trovato l’Ente dopo il suo insediamento?

Il Commissario prefettizio, già dal suo avvento, ha fatto ciò che ha potuto. L’Ente soffriva da tempo; siamo in costante sforamento del patto di stabilità, abbiamo circa tre milioni di euro di disavanzo che ci blocca qualunque spesa almeno fino al 31 dicembre. La nostra azione sarà mirata quindi a muoverci in maniera virtuosa cioè a costo zero per qualsiasi attività. Essendoci insediati da poco, stiamo mettendo mano alle molte criticità che non sono frutto solo della gestione commissariale, ma anche di mancati introiti come ad esempio la locazione fotovoltaica sui tetti di proprietà comunale che ci ha portato a sforare il patto di stabilità e che, come già detto, stiamo cercando di recuperare per rientrare dallo sforamento.

Si è rumoreggiato molto in paese sul fatto che nelle operazioni di spoglio delle elezioni erano presenti circa 600 rilevatori di dati; ci vuole dire la sua in merito a questa questione?

Durante le elezioni Comunali ci sono sempre i giovani che vengono coinvolti per rilevare i dati, il numero è dettato dalla consuetudine per cui ogni candidato coinvolge i giovani con cui viene a contatto; ci sarà stato un po’ di trambusto nelle scuole. Io personalmente non so se i nostri erano in più o in meno rispetto a quelli della compagine avversa. Il tutto però rimanendo sempre all’interno della legalità e del rispetto delle norme.

Che criterio ha usato per formare la sua squadra di governo?

Il criterio usato è quello democratico della rappresentatività, in quanto i primi degli eletti sono stati nominati assessori; eccezion fatta per la Sig.rina Taurino, la quale ci ha chiesto di non entrare in giunta, permettendoci così con una decisione unanime di poterci avvalere della professionalità del Dr. Claudio Taurino, le cui qualità possono essere molto utili all’assessorato al bilancio e patrimonio, senza che la Sig.rina Taurino si dovesse dimettere. Sulla base di questo criterio abbiamo la Dottoressa Metrangolo Presidente del Consiglio Comunale, il dr. Andrea Pulli, che sarà anche Vicesindaco, oltre a Mino Ippolito, la sig.ra Pagano Emanuela e Vincenzo Vespucci. Avremo così un unico assessore esterno nella persona del dr. Claudio Taurino.

Che tipo di rapporto intende avere con l’opposizione presente in Consiglio Comunale?

Il nostro atteggiamento sarà costruttivo e non ostruttivo, in una logica ottica di contrapposizione, qualora le proposte siano mirate ad un miglioramento delle condizioni del paese, non avremo difficoltà a farle nostre. Quindi il mio auspicio che maggioranza ed opposizione, nei limiti della visione delle problematiche, lavorino in sinergia per il bene di tutti gli Squinzanesi.

Augurando al Sindaco Miccoli buon lavoro lasciamo ai cittadini la riflessione su quanto quest’ultimo ci ha riferito..

{loadposition addthis}