Novoli-Carmiano: un accordo bilaterale per un canile bipartisan

0
611

canileNovoli (Le) – È noto, già da tempo, che il problema del randagismo per i Comuni, sia sempre all’ordine del giorno, anche in considerazione degli esigui mezzi economici a disposizione delle Amministrazioni Comunali per fronteggiare le esigenze degli amici a quattro zampe ospiti dei canili. È altrettanto noto che, nonostante gli sforzi e la promozione di una serie di iniziative, il problema non ha ancora trovato una soluzione definitiva.

A Novoli, per esempio, per arginare il fenomeno, molti anni addietro, fu allestito una canile provvisorio nell’area dell’ex deposito dei mezzi comunali di via Veglie, in attesa di realizzare un canile rifugio nell’osservanza delle prescrizioni di legge attualmente vigenti in materia. Non così a Carmiano che ha affidato la gestione dei cani randagi ad enti esterni, non potendo, il Comune, godere di alcuna struttura di proprietà.

Per queste ed altre ragioni si è giunti alla conclusione di unire le forze e progettare la realizzazione di un canile rifugio e di un canile sanitario in convenzione su un terreno di proprietà del comune di Novoli ma ubicato in agro di Carmiano. Si comincerà dal rifugio per poi pensare, successivamente, alla parte sanitaria.

L’importo complessivo dell’opera ammonta a 150.000,00 €. Il terreno – più di due ettari il cui valore ammonta a 32.500,00 € – sarà acquistato, per metà, dal Comune di Carmiano (al prezzo di 16.250,00 €) affinché lo stesso Comune divenga comproprietario dell’intera opera da realizzare.

Alcun importo, però, verrà corrisposto al comune di Novoli all’atto dell’acquisto ma sarà riconosciuto come realizzazione, da parte del comune di Carmiano, di maggiori opere dello stesso importo. In definitiva, dunque, da quanto risulta agli atti pubblicati nell’Albo Pretorio del Comune di Carmiano, la spesa complessiva che sosterrà il comune di Carmiano sarà pari a 75.000,00 €, per la costruzione del canile rifugio, e 16.250,00 € per la contitolarità del terreno, per un totale di 91.250,00 €.

Parimenti, il Comune di Novoli sosterrà, per la costruzione del canile rifugio, la spesa di 58.750,00 € e conferirà, in quanto proprietario, il terreno ove sorgerà l’opera ed il cui valore è pari, come anzidetto, a 32.500,00 € per un totale di 91.250,00 €.

Ovviamente, a Novoli, non è tramontata l’idea di vendere l’attuale stabile sito in via Veglie, motivo per il quale, nel luglio scorso, ci furono alcune proteste di cittadini comuni ed animalisti in quanto preoccupati per la sorte futura dei cani oggi ospiti in quella struttura.

Resta da capire, ora, quali reazioni susciterà questa nuova iniziativa, lodevole per molti aspetti ma assai controversa per altri.

Ai posteri l’ardua sentenza.

{loadposition addthis}