Amministrative 2014 – Quattro chiacchiere con i candidati: Davide De Matteis e Cosimo Grasso

0
1031

De Matteis Grasso

Campi Salentina (Le) – Gli ultimi a sottoporsi alle nostre domande sono i candidati Davide De Matteis e Cosimo Grasso, candidati con “Ripartiamo da Campi” coalizione che appoggia il professor Egidio Zacheo. Raccontatevi ai nostri lettori. 

Davide De Matteis: Raggiunta la maturità nel 2004, mosso dalla volontà di scoprire nuove realtà ma con la ferma intenzione di fare ritorno nella mia terra una volta completati gli studi, decido di affrontare  l’esperienza universitaria lontano da Campi. Studio e conseguo pertanto una laurea in Architettura e un master in Cruise & Yacht interior design presso l’Università degli studi di Trieste. Da sempre appassionato di politica, seguo attivamente dapprima l’esperienza delle ‘Fabbriche di Nichi’ e successivamente nel 2012 decido di aderire a Sinistra Ecologia e Libertà, iscrivendomi al circolo SEL di Campi Salentina.     Attualmente lavoro presso uno studio di architettura locale e mi sto occupando nel Piano Urbanistico Esecutivo (PUE) di Campi insieme a un gruppo di professionisti; un impegno importante per la mia città, un’occasione per mettere a disposizione della mia comunità le competenze acquisite nel corso degli studi accademici in tema di valorizzazione e tutela del patrimonio architettonico e culturale.”

Cosimo Grasso: “Ho 57 anni sposato con due figli. Sono  Dottore Commercialista e lavoro in Equitalia come funzionario nell’ambito della Fiscalità Locale. Nella mia attività lavorativa mi interfaccio quotidianamente con  sindaci,  amministratori locali e dirigenti degli uffici tributi e di ragioneria, per gestire al meglio la fase di accertamento e riscossione dei tributi comunali. Ho già avuto  esperienze amministrative presso il Comune di Campi Salentina nel 1993 e nel 1995 ricoprendo la carica di Assessore al Bilancio e alla Programmazione Economica. Tra le cose importanti fatte in quell’occasione  ricordo con orgoglio di aver finanziato, con una soluzione innovativa,  la realizzazione dell’immobile della compagnia dei carabinieri con un Mutuo concesso da una banca privata a tasso variabile e di aver rinegoziato i mutui a tassi molto più contenuti.  Sono sempre stato un uomo di Centro Sinistra, iscritto sino ad un anno fa nel PD.”

Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad accettare la proposta di entrare nella coalizione “Ripartiamo da Campi”

D. De Matteis: “Innanzitutto la mia candidatura nasce da un percorso condiviso con i membri di Sinistra Ecologia e Libertà del circolo di Campi, un gruppo di amici prima di tutto, giovani e ‘diversamente giovani’ che hanno scelto di puntare su di me in questa tornata elettorale per rappresentare all’interno della lista ‘Ripartiamo da Campi – Egidio Zacheo sindaco’  le istanze di una sinistra giovane, vogliosa e convinta di poter essere protagonista delle scelte di governo della città in tema di ambiente, salute, politiche del lavoro e sociali.      Io e i compagni di SEL abbiamo deciso di aderire convintamente al progetto ‘Ripartiamo da Campi’ prima che ad una lista; abbiamo deciso di aderire ad un progetto fatto di persone, uomini e donne di diversa estrazione sociale, politica e professionale,  tutte mosse dalla volontà di costruire un’altra Campi, una Campi sostenibile, solidale, equa, giusta, viva. Abbiamo in mente un’idea di città, ci proiettiamo convintamente verso il futuro con idee concrete, fattibili, nuove, che richiederanno impegno e una forza di volontà straordinaria, . Un progetto che mette le radici su un terreno solido, sulla valorizzazione di ciò che abbiamo, attraverso la creazione di occasioni di rilancio culturale, economico e sociale. Un progetto di ampio respiro del quale ho sentito sin da subito di poter e voler far parte.”

C. Grasso: “I motivi che mi hanno spinto a candidarmi sono sostanzialmente due. Il primo è perché me lo ha chiesto Egidio Zacheo, che è un uomo che stimo per la sua onesta e per la sua cultura. Il secondo motivo è il senso di responsabilità,  che mi ha sempre contraddistinto, che mi ha suggerito di dare una mano alla comunità,  in un momento di crisi economica e finanziaria così drammatica.”

Cinque idee per cambiare Campi

D. De Matteis: “Parto dal presupposto che Campi non deve essere cambiata, deve ripartire dalla sua storia, dai suoi contenitori culturali, dalla sua gente. Campi deve tornare ad essere città di  riferimento per tutto il nord Salento. A mio avviso Campi per tornare ad essere ‘appetibile’ dal punto di vista turistico, deve sviluppare una concreta azione di marketing territoriale puntando alla valorizzazione degli eventi culturali già presenti e programmandone di nuovi. Eventi che al contempo fungerebbero da ‘volano di coesione sociale’, strumenti per rendere i cittadini partecipi, coinvolti. La nuova zona industriale poi può essere un’ottima occasione di rilancio economico della città attivando una politica di incentivazioni per l’acquisto dei lotti a prezzi molto competitivi. Per andare incontro alle esigenze (bassi canoni di locazione, costi accessori contenuti) di chi al mondo del lavoro si sta affacciando – e mi rivolgo a giovani professionisti e giovani lavoratori autonomi – credo sia di fondamentale importanza l’attivazione dell’incubatore di impresa sito nella zona industriale: un contenitore che offre spazi, servizi e strumenti a chi ha idee  per fare impresa, avviando la propria attività all’interno di uno spazio a lui dedicato, a fronte di un contributo irrisorio. Occorrono poi misure per la promozione della buona pratica del volontariato e del protagonismo giovanile. Ritengo sia indispensabile la riqualificazione dell’ex manifattura tabacchi sita in via stazione, un contenitore che può accogliere spazi per una biblioteca, spazi per l’associazionismo, un polo sociale con mediateca, aule studio e un cineteatro. Infine alcune misure indispensabili da intraprendere immediatamente in tema di ambiente, territorio e città: monitoraggio di valori inquinanti di aria, acqua e suolo, protezione del suolo agricolo dalla cementificazione selvaggia, riqualificazione del tessuto edilizio esistente, bonifica dei siti degradati, lotta alle discariche abusive.”

C. Grasso:“Le idee sarebbero tante,  ma bisogna fare i conti con le scarsissime risorse finanziarie del bilancio del nostro comune, che non consentono di dare spazio a fantasie o a progetti di importi significativi. Questo ovviamente non mi scoraggia, ma anzi mi stimola a ricercare soluzioni compatibili con il bilancio comunale.”

Quale è secondo la sua percezione l’idea della gente in merito alla situazione cittadina, e cosa chiede in questo momento particolare alla politica.

D. De Matteis: “C’è una profonda diffidenza nei confronti della politica ad ogni livello. C’è un profondo scoramento sociale fra i cittadini e una sostanziale mancanza di fiducia nelle istituzioni anche  e sopratutto a livello locale. La nostra comunità vede uno spiraglio di luce solo  nella possibilità che una classe politica giovane e competente prenda finalmente il sopravvento, proponendo idee e soluzioni senza nessun tipo di condizionamento e sopratutto senza alcun tipo di interesse personale. Ciò che chiede la nostra comunità sono serietà, professionalità, competenze e trasparenza decisionale. Non chiede ‘grandi’ città, è consapevole, tutti siamo consapevoli della difficile situazione economica e sociale che stiamo affrontando; ‘promettere grandi cose’ in un contesto così difficile vuol dire ‘raggirare intellettualmente’ le persone. Ma la nostra comunità ha capito, sta capendo e valuterà positivamente il progetto politico proposto dalla lista ‘Ripartiamo da Campi’, un’idea di città trasparente, nuova, pulita.”

C. Grasso: “La gente è molto delusa dell’attuale situazione in cui versa il nostro Paese. È scoraggiata per i problemi connessi alla  ‘Salute’, per le strade dissestate, per la forte pressione fiscale e per le molte promesse fatte e non mantenute. La prima cosa che chiede la gente agli uomini politici sono gli esempi:  onestà, impegno,  serietà e  professionalità.”

In caso di vittoria come pensa di mettere al servizio del paese le sue peculiarità.

D. De Matteis: “Ambiente, territorio, riqualificazione urbana e del paesaggio rurale, mobilità, valorizzazione e tutela del contesto paesaggistico, abbattimento delle barriere architettoniche: questi sono alcuni dei temi che i miei studi mi permettono di affrontare al meglio. Mi attiverei immediatamente per quanto detto prima, ma in un contesto d’emergenza come quello che stiamo affrontando a Campi, sono pronto ad affrontare con serietà e impegno qualunque sfida per il rilancio della mia città.”

C.Grasso: “Egidio Zacheo conosce le mie peculiarità e se lui lo vorrà io mi metterò a sua disposizione per realizzare il suo e nostro progetto. È chiaro che la mia preparazione  professionale si adatta prevalentemente  al settore  economico e tributario, ma qualsiasi scelta,  sarà solo orientata al raggiungimento degli obiettivi prefissati.”

{loadposition addthis}