“Passio Christi”: un concerto di meditazione sulla morte del Nazareno nel Duomo di Lecce

0
52

L’esibizione per soli, coro, organo e archi promosso ed organizzato dall’Associazione Mozart Italia in collaborazione con l’Associazione Culturale “Orchestra da Camera di Lecce e del Salento, l’Arcidiocesi di Lecce e la Società di Storia Patria per la Puglia – sezione di Lecce. Musiche di Bach, Mercadante, Lotti, Zelenka e Cafaro.


LecceMartedì 16 aprile 2019, alle ore 20, appuntamento con la musica sacra, nella Chiesa Cattedrale di Lecce, in piazza Duomo, per un concerto di meditazione sulla Passione e Morte di Gesù il Nazareno, alla presenza dell’Arcivescovo di Lecce, Mons. Michele Seccia e di numerose autorità civili, religiose e militari, in preparazione alle celebrazioni pasquali che cominceranno con la Missa in Coena Domini, il Giovedì Santo e culmineranno nella solenne notte della veglia pasquale, sabato 20 aprile.

L’evento è organizzato dall’Associazione Mozart Italia, sezione di Lecce, presieduta dal medico neurochirurgo Antonio Montinaro, e realizzato grazie alla preziosa partecipazione dell’Associazione Culturale “Orchestra da Camera di Lecce e del Salento” – fondata nel 2016 e presieduta da Luigi Mazzotta. -, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Lecce, il Portale diocesano PortaLecce.it e l’Associazione di Storia Patria per la Puglia, sezione di Lecce.

Dopo il suggestivo evento avuto luogo, sempre nel Duomo di Lecce, in prossimità del Natale, il 23 dicembre 2018, il coro polifonico e l’orchestra diretta da Luigi Mazzotta torna ad esibirsi e proporre, attraverso la musica ed il canto di partiture e testi di grandi autori come Bach, Mercadante, Lotti, Zelenka e Cafaro, un momento di riflessione sui temi quaresimali e pasquali; solisti Angela Lomurno (Soprano), Maria Scogna (Mezzosoprano), Federico Buttazzo (Tenore), Giorgio Schipa (Baritono). All’organo il M° Francesco Scarcella.

 In particolare e per la prima volta, in epoca moderna, sarà eseguito il Christus factus di Pasquale Cafaro, musicista e compositore salentino, nato a Galatina nel 1715 e morto a Napoli nel 1787.