Nasce nel Salento la nuova formula dell’impegno giovanile: “Never too young for…”

0
268

never too young forÈ tutta “made in Salento”  la nuova “formula” europea dell’impegno giovanile: N₂Y₄  che si legge in inglese:  Never too Young for…(mai troppo giovane per…). Il progetto, concepito e gestito dai giovani di Pro-Salento e Res Publica Salentina in partnership e a totale sostegno di LECCE2019, è rivolto ai giovani dai 6 ai 19 anni.

Dare luce e voce a chi già si occupa di impegno giovanile (fondazioni, associazioni, centri, etc.) e, soprattutto, incoraggiare sempre più ragazze e ragazzi a scoprire la bellezza ed il senso di soddisfazione e di pienezza che sport, musica, creatività e innovazione sanno offrire: questi i principali obiettivi di N₂Y₄ – Never too Young for.

In tal senso  il progetto si suddivide in sei “sottoelementi”: musica e arte, sport e attività fisica, ecologia e sostenibilità, pace e inclusione, salute e benessere, innovazione, start up e attività economiche.

Il sogno del progetto è quello di far in modo che in ogni scuola d’Italia e d’Europa si costituiscano gruppi sempre più numerosi di giovani impegnati in ognuna delle sei aree di azione al fine di garantire una sana crescita delle nuove generazioni .

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePremio Terre del Negroamaro: l’avvocato Paolo Maci rettifica
Next articleIn 150mila, a Melpignano, per dire che “la taranta è viva e non è morta”