“La voce dell’organo”, seconda tappa concertistica a Novoli

0
907

Fabio PaianoNovoli (Le) – Un secondo concerto d’organo si terrà a Novoli il prossimo venerdì 22 maggio alle ore 19,30 presso la chiesa matrice “Sant’Andrea Apostolo”.

L’evento è inserito nel progetto “La voce dell’organo” ideato dagli allievi del Corso di Organo e Composizione Organistica del Conservatorio Musicale “Nino Rota” di Monopoli, coadiuvati dai maestri Margherita Sciddurlo, Domenico Tagliente e Graziano Semeraro, che prevede un percorso concertistico itinerante per la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio organaro e organistico pugliese. 

Il progetto prevede, fino al 20 dicembre prossimo, una serie di concerti, in formazione solistica e/o cameristica, che si svolgeranno presso alcune chiese e cattedrali di Puglia dove sono installati organi monumentali ormai considerati patrimonio artistico e culturale nonché religioso in virtù del fine per il quale essi sono stati principalmente ideati e progettati. L’obiettivo è quello di propagandare la conoscenze dello strumento e il suo immenso repertorio unitamente alle molteplici varietà espressive che il “re degli strumenti” offre.

Dopo il concerto d’apertura tenutosi già a Novoli lo scorso 24 aprile, e dopo le due esibizioni svoltesi a Monopoli e Martina Franca, la tournée musicale fa nuovamente tappa a Novoli, unico paese che ha ospitato due concerti della stessa rassegna.

Questa volta ad esibirsi alla consolle dell’Organo Inzoli, installato presso la chiesa matrice, sarà  il maestro Fabio Paiano che, a detta di critici ed appassionati, risulta essere un nome alquanto promettente nel panorama organistico e musicale.

Nato a Giuggianello, Fabio Paiano intraprende gli studi musicali all’età di 7 anni. Nel 2004 viene ammesso al conservatorio “Tito Schipa” di Lecce nella classe di Organo e Composizione Organistica del M° Nicola Germinario per poi continuare gli studi con il M° Antonio Marinozzi frequentando contemporaneamente il corso di Composizione sotto la guida del M° Paolo Tortiglione e conseguendo la Licenza di Teoria e Solfeggio con il M°. Giorgio Primiceri. Successivamente viene ammesso al triennio accademico di Organo per la liturgia nella classe del M° Domenico Tagliente presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli dove si è laureato con il massimo dei voti.

Attualmente, dopo un periodo di studi trascorso alla Musikhochschule di Luebeck (Germania) con il M° Franz Danksagmueller, si sta specializzando in Organo solistico. Ha seguito corsi di perfezionamento organistico con Dalibor Miklavcic, Felix Gubser, Arturo Sacchetti, Petr Plany, Renata Marcinkute Lesieur, Stefan Kagl, Wolfgang Zerer, Michael Radulesku, LucPaganon e Matteo Imbruno con cui continua a specializzarsi nel repertorio da Sweelinck a Bach.

Nel 2011 partecipa al Concorso Internazionale di composizione ed esecuzione musicale “Don Vincenzo Vitti” di Castellana Grotte aggiudicandosi il secondo premio, nel 2012 al Concorso Internazionale per organo “J.Naujalis” di Vilnius (Lituania) aggiudicandosi il terzo premio e nel 2014 raggiunge la fase finale del prestigioso “International Organ Competition Agati – Tronci” a San Marcello Pistoiese (PT).

Intraprende fin da giovane l’attività concertistica esibendosi nel festival I Fiori Musicali a Fasano (BR), La Messa degli Artisti a Pescara, il Festival Organistico Internazionale 2013 e 2014 di Pistoia, la rassegna Pensieri Musicali a Polignano a Mare (BA), il Concerto dei Vincitori a Vilnius (LT), il Concerto d’Inaugurazione per il restauro dell’organo del Duomo di Lecce,  il World Bach Day a Tricase (LE) e ancora Brindisi, Monopoli, Giuggianello, Surano, Maglie, Otranto.

È stato insignito della Medaglia al Merito del Presidente della Repubblica Italiana per l’innovativo concerto Nova Lux per organo e pianoforte tenutosi a Giuggianello con la pianista M°Giulia Corvaglia. Dal 2004 svolge con impegno e fede la professione di organista liturgico nelle parrocchie di Castrignano dei Greci, Martano, Surano e Giuggianello accompagnando anche il coro polifonico della diocesi di Otranto. 

Le tappe novolesi sono state curate dal concittadino Tonio Calabrese, organista presso la Cattedrale di Lecce. – Onorati di aver tenuto a Novoli il concerto d’apertura di questa importante rassegna regionale e nonostante la discreta ma entusiasta partecipazione di pubblico che ha visto tra gli scranni la presenza di maestri e appassionati cultori della musica organistica, ritorniamo a Novoli  – afferma Calabrese – con un concerto tenuto dal maestro salentino Fabio Paiano. Attraverso un percorso storico-musicale che parte dall’immancabile ed atteso Bach, farà risuonare tra le arcate della nostra chiesa matrice anche le importanti musiche di Mendelsohnn, Reger, Eben, per terminare con la notissima “Toccata” di Widor.     

Ammirare i volti compiaciuti degli astanti e sentir affermare anche dal maestro Giorgio Primiceri: “finalmente abbiamo sentito esprimere le grandi potenzialità sonore di questo strumento” ha dato conferma a quello che risulta essere l’obiettivo della rassegna: riscoprire non solo la bellezza della musica organistica, ma anche e soprattutto il patrimonio organaro presente in Puglia e, nel particolare, a Novoli, l’unico paese del comprensorio del nord Salento a possedere quattro organi monumentali di particolare rilievo storico e musicale: tre dell’autorevole marchio Inzoli ai quali si aggiunge l’organo positivo settecentesco installato presso l’antica chiesa dell’Immacolata e catalogato col prestigioso marchio bergamasco“Serassi” che pur essendo conservato in buone condizioni, andrebbe attenzionato e sottoposto ad alcuni interventi di manutenzione ordinaria.

Nel ringraziare il parroco Mons. Cosimo Vetrugno per la gentile ospitalità concessa, rinnovo l’invito a tutti gli appassionati di musica a partecipare alla seconda tappa novolese il prossimo venerdì 22 maggio alle ore 19,30, sicuri di trascorrere una piacevole serata di alto spessore musicale”.