Il 23 marzo 2019 è sbarcata a Lecce CulturaIdentità: insieme al Movimento Regione Salento per difendere la bellezza dell’italianità e della salentinità

0
81

Lecce – CulturaIdentità e Movimento Regione Salento insieme per recuperare e difendere la propria identità muovendo i passi dalla condivisione delle tante battaglie quotidiane contro i limiti derivanti dalla globalizzazione e – nel caso della “Regione Salento” – dal non essere una regione autonoma.

È stato questo il leit motiv dell’evento svoltosi il 23 marzo, presso il Convitto Palmieri in Piazza Carducci a Lecce, dove è stato presentato il progetto dell’associazione CulturaIdentità nata con l’obiettivo di difendere, promuovere e diffondere l’Identità italiana e per valorizzare il patrimonio culturale e artistico nazionale. Sul territorio salentino si è sviluppata una sinergia tra CulturaIdentità e il Movimento Regione Salento, un connubio naturale che unisce l’importanza di salvaguardare i valori dell’identità nazionale con i valori e le specificità dell’identità locale.

Edoardo Sylos Labini, Presidente e Fondatore di CulturaIdentità

A fare gli onori di casa, Edoardo Sylos Labini che nel 2017 ha fondato CulturaIdentità presentata prima al Teatro Manzoni di Milano e, dal 21 al 25 agosto scorsi, a San Vito dei Normanni dove ha celebrato il suo “primo Festival”, nella splendida dimora del castello Dentice di Frasso.

Al suo fianco il responsabile di CulturaIdentità per la Puglia ed il Salento, Paolo Pagliaro, fondatore e presidente del Movimento Regione Salento.

Difendere l’Identità e la Cultura di un popolo – ha spiegato Sylos Labini – corrisponde alla certezza che quel popolo veda il futuro. Non c’è avvenire, infatti, se non si rispettano le proprie origini, se non si difendono le proprie tradizioni. Essere Italiani vuol dire essere figli di culture distanti geograficamente ma che, intrecciate tra loro, formano il DNA di una sola Cultura, quella italiana, amata in tutto il mondo”.

Paolo Pagliaro, Fondatore e Presidente del Movimento Regione Salento

“Identità è amore profondo per la terra natia – ha dichiarato Paolo Pagliaro -: il Movimento Regione Salento è un’associazione nata per italianizzare una Nazione che sta rischiando di perdere la propria identità a causa delle picconate della globalizzazione. Siamo un gruppo di operatori culturali e di professionisti della comunicazione e dell’arte che pongono al centro della propria azione la difesa, la promozione e la diffusione dell’Identità italiana, e la valorizzazione dell’immenso patrimonio culturale e artistico italiano.

Il nostro Movimento – chiosa Paolo Pagliaro – rivendica da sempre la propria identità, quella naturale, perché solo per un calcolo politico voluto a Bari non esiste più il Salento che però non centra nulla con la Puglia per radici, identità e cultura. Insieme a CulturaIdentità proporremo le nostre iniziative con cui faremo conoscere le ragioni della nostra cultura salentina”.

 Per far questo c’è bisogno di una nuova classe politica, nuovi dirigenti che mettano al centro del loro agire l’amore e la passione per la propria terra e per la propria comunità, spinti da un sano spirito di servizio, da un senso civico determinato soltanto dalla passione e la voglia di servire e non servirsi della propria terra.

“È questo il senso del nostro impegno – ha concluso Paolo Pagliaro – : dedicare ogni giorno un po’ di tempo agli altri, avendo a cuore chi ha più bisogno, i più deboli, ritenendo la solidarietà un dovere essenziale per chi si mette al servizio degli altri”.

Emmanuela Rucco, Presidente Nova LiberArs a.p.s.

“Ad oggi – rende noto Sylos Labini – sono una settantina le associazioni in Italia che si sono affiancate al nostro progetto aderendo a CulturaIdentità. A Lecce, la prima associazione a voler partecipare attivamente è stata quella presieduta da Emmanuela Rucco, Nova LiberArs.

Si tratta di associazioni variegate: da chi fa mostre a chi produce spettacoli, perché la parola CULTURA abbraccia un modo di vedere la vita, a dispetto di una classe politica profondamente ignorante”.

Dulcis in fundo la nuova sfida nell’editoria: da Venerdì 1 febbraio 2019, infatti, in edicola in allegato al quotidiano Il Giornale, approfondimenti, opinioni, interviste e racconti firmati da intellettuali di prestigio che esaltano le bellezze storiche, culturali e artistiche del Paese.

In un momento storico in cui i giornali fanno fatica ad andare avanti, in completa controtendenza, vede la luce un nuovo mensile #CulturaIdentità, diretto da Alessandro Sansoni, e distribuito gratuitamente in tutta Italia in allegato al quotidiano Il Giornale il primo venerdì di ogni mese.