Francesca Mele: Ritratti d’architetture. Luoghi senza tempo

0
917

Invito F. Mele

Bari – Si è svolto a Bari, presso la Sala Murat, il Vernissage della mostra di pittura della nostra concittadina Francesca Mele: “Ritratti d’architetture: luoghi senza tempo”. Inaugurata, alla presenza dell’artista, da Silvia Godelli, Assessore alla Cultura della Regione Puglia, l’evento ha avuto un gran successo di pubblico e critica.

È la tappa più recente del percorso della pittrice e scultrice novolese, che ha esposto nelle principali città italiane ed estere in centoventi  mostre, di cui sessanta personali, e che è stata insignita di prestigiosi riconoscimenti, fra cui due primi premi nazionali d’Arte Contemporanea nel 1997 e nel 1998, la Medaille d’Honneur per meriti artistici del Musée de la Grande Loge de France nel 2003 e il Premio Nazionale Eunomia, alle eccellenze femminili in campo Artistico, Culturale e Scientifico conferito nel 2006 da A.I.D.M. e Sinergie. Sue opere sono presenti in diverse pinacoteche, nel Musée De La Grande Loge de France e in prestigiose collezioni private.

{gallery}Gallerie/mele{/gallery}

Il suo percorso è cominciato, secondo quanto racconta la stessa artista, all’età di cinque anni, sfogliando un libro che illustrava sei secoli di ritratti di donna; ciò rafforza in lei la convinzione che il caso abbia giocato un ruolo fondamentale nel farle intraprendere questa strada di successi, certo resa possibile dall’innato talento (i geni non sono un’opinione) e dalla passione che sempre accompagna ogni forma di espressività e comunicazione. Proprio questa passione colpisce anche i più distratti fruitori delle sue opere, che, come accade a chi scrive, immancabilmente restano colpiti dall’armonia delle forme e dei colori e dall’accostamento tra elementi reali e fantastici. Ci resta il rammarico di non riuscire – purtroppo – a cogliere tutti gli stimoli che l’artista comunica con l’opera, ma sicuramente tutti ne traggono quella sensazione di benessere e di riconciliazione con il mondo che solo le arti sanno dare.

Lasciare spazio ad alcune sue opere, pur nell’inadeguatezza del mezzo, è l’unico modo per renderle merito.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleFabrizio Camilli shock: “A fine stagione il titolo sportivo alla città di Campi”
Next articleL’analisi: un Lecce bello a metà non basta per fermare il Grosseto