Candida Livatino: “La grafologia mi ha conquistata per amore di mio figlio”.

0
1208

LivatinoNovoli (Le) – “Dimmi come scrivi e ti dirò chi sei” questo è il titolo che viene spontaneo dare al primo incontro “Mi racconti un libro?” ideato e promosso dalla Redazione giornalistica di Paisemiu.com.

Presso la Saletta della Cultura “Gregorio Vetrugno”, in via Matilde, a Novoli di fronte ad un buon numero di partecipanti (circa 80 le presenze), la grafologa Candida Livatino ha presentato il suo libro “Le sfumature della scrittura”, parterre de rois di ospiti: la psicopedagogista e specializzata in psicologia della scrittura Maria Rosaria Carnevali e l’avvocato penalista Franco De Iaco (noto alle cronache per essere il difensore Cosima Serrano, madre della coimputata Sabrina Misseri e zia della defunta Sara Scazzi), che si sono alternati al microfono, coordinati dalla meticolosa moderazione del Direttore Responsabile di Paisemiu.com Gabriella Fortunato.

Un fiume in piena Candida Livatino, con precisione e adorazione per il suo lavoro, ha spiegato con meticolosità parte dei segreti della scrittura: curvilinea, fluida, ascendente, discendente, lettere tonde e aperte, il tutto come sfumatura ai tratti salienti del carattere di chi le scrive. “Mi sono avvicinata alla grafologia per capire il carattere di mio figlio, ed ho scoperto in lui doti straordinarie grazie ai tratti salienti della sua scrittura” – ha detto in modo fiero. Quindi, alla base c’è stato il figlio e l’amore come valore aggiunto di una passione che per lei è diventato lavoro.

Interessante esperienza che apre gli occhi della curiosità su un mondo affascinante, appunto come scritto sopra: “Dimmi come scrivi e ti dirò chi sei”.

Ad avvalorare l’importanza di questa scienza nel mondo della Giustizia a corredo, qualora ce ne fosse bisogno, sia dell’impianto accusatorio sia di quello difensivo, c’è stato l’intervento del noto penalista Franco De Iaco che ha spiegato ai presenti il valore di tali consulenze, evidenziando come i processi oramai vengano “sporcati” dalle ingerenze esterne e dalle esigenze televisive che il più delle volte inficiano sul loro corretto svolgimento.

Non meno interessante è stato il punto di vista di Maria Rosaria Carnevali che ha spiegato l’importanza della scrittura anche nel capire i lati caratteriali dei bambini.

Il pubblico, attento fino alla fine, ha partecipato con trasporto facendosi analizzare da Candida Livatino che, a detta degli interessati, non ha sbagliato nulla di ciò che ha letto tra le righe.

{gallery}Gallerie/livatino{/gallery}

Per i saluti finali è intervenuto l’editore del giornale Antonio Soleti che, oltre a ricalcare quanto già espressamente riferito dal direttore responsabile, ha annunciato l’intenzione di Paisemiu.com, di concerto con l’Amm.ne Comunale di Novoli, di avviare un corso di Psicologia della scrittura rivolto a quanti desiderano comprendere quello che la scrittura rivela. “È necessario – ha sostenuto l’editore – sia per chi si avvicina alle analisi grafologiche per curiosità, sia per chi invece è alla ricerca di risposte per il raggiungimento dei propri obiettivi, poiché le informazioni emergenti sono uno strumento efficace in grado di produrre cambiamenti reali nella nostra vita. La scrittura rivela chi siamo, come sfruttiamo le nostre caratteristiche e quali e quante potenzialità ognuno di noi ha a disposizione. Tutto questo – ha concluso Antonio Soleti – in continuità con quanto detto questa sera, affinché questo nostro evento non sia fine a se stesso ma preveda occasioni di incontro, formazione ed approfondimento successive. L’attenzione è particolarmente rivolta al mondo della scuola (insegnanti in primis) ma pure a quanti vogliano acquisire strumenti maggiori da utilizzare proficuamente nel mondo del lavoro e delle relazioni”.

Presenti alla serata alcuni rappresentanti l’Amministrazione Comunale novolese, fra cui il Vice sindaco Gianmaria Greco, il consigliere Giovanni De Luca e il Comandante dei Vigili Urbani Ten. Raffaele Paladini.

Parte bene quindi quest’avventura, questo percorso che porterà a seguire la passione della lettura attraverso gli occhi di autori sia locali, sia nazionali. Il prossimo appuntamento è per Venerdì 15 novembre 2013 alle ore 18,30 sempre in Via Matilde a Novoli, con la presentazione del libro “Il sogno del barone” della novolese Giulia Reale.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, villetta Santa Rita: “da luogo sacro a cesso per i cani”
Next articleAscoli, dall’epopea ad una faticosa ripartenza