“Pedalando verso Sud”: da Milano a Lecce per un nobile fine

1
183

Quella della bici è l’unica catena che ti rende libero” e quindi il 18 luglio, Claudio D’Aloia per gli amici Claudiano, pedalerà da Limbiate (in provincia di Milano), dove vive, a Lecce. Un percorso di 1250 km in soli sette giorni, un percorso a tappe che gli consentirà di attraversare l’Italia, partendo da casa fino alla sua città natale. Il viaggio on the road – denominato “Pedalando verso Sud” – è una sfida con se stesso, la voglia di mettersi in gioco, la voglia di dimostrare che nulla è realmente impossibile.

“Se si affronta una sfida con determinazione e perseveranza, fatica e sudore, se è veramente ciò che si desidera, allora la strada – dichiara Claudio – è solo lo spazio che ci separa dalla meta”.

Claudio, papà di tre bambini e grande sportivo, ha deciso di intraprendere la sua odissea anche per sostenere “Intensivamente Insieme”, un’organizzazione di volontariato che nasce dall’unione di genitori, medici ed infermieri, a sostegno dell’attività del reparto ospedaliero TIN (Terapia Intensiva Neonatale), del nosocomio San Gerardo di Monza, per potenziare l’assistenza ai neonati e lattanti bisognosi di cure e delle loro rispettive famiglie.

“Una nobile opportunità – aggiunge Luca Morassi referente dell’associazione – per dare voce ai piccoli degenti prematuri o con patologie prenatali”.

Le tappe dell’iniziativa “Pedalando verso Sud

18 Luglio – Limbiate (MI) – Guastalle (RE)
19 Luglio – Guastalla (RE) – Ravenna (RA)
20 Luglio – Ravenna (RA) – Senigallia (AN)
21 Luglio – Senigallia (AN) – Giulianova (TE)
22 Luglio – Giulianova (TE) – Marina di Lesina (FG)
23 Luglio – Marina di Lesina (FG) – Manfredonia (FG)
24 Luglio – Manfredonia (FG) – Polignano a Mare (BA)
25 Luglio – Polignano a Mare (BA) – Lecce (LE)

Scrittore e nurse-reporter. Laurea in Infermieristica e Laurea Specialistica, Master in Management e Coordinamento. Redattore Paisemiu.com

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleVacanze, roba di casa nostra
Next articleLo sport per tutti: mototerapia a Porto Miggiano