Novoli, il sindaco Greco sull’aggressione notturna: “Chiederò l’intervento del Comitato Provinciale per la Sicurezza”

0
1924

13521192 296242377377260 2045298209 nNovoli (Le) – Fortunatamente non è in pericolo di vita G.M., il 40enne novolese rimasto coinvolto, la notte scorsa, in una colluttazione fra alcuni extracomunitari di nazionalità nigeriana e curda ed un giovane italiano. Un fatto che, sin da subito, ha destato non poche preoccupazioni per la connotazione violenta che ha assunto ed il rischio che hanno corso i protagonisti e quanti, loro malgrado, sono stati coinvolti nella lite. 

Il malcapitato novolese si è visto travolgere dagli eventi: ferito gravemente da un corpo contundente – una bottiglia di vetro, stando alle testimonianze di quanti lo hanno soccorso – è stato trasferito d’urgenza ed in codice rosso presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i sanitari prima di sottoporlo ad un delicato intervento chirurgico hanno dovuto procedere ad una serie di trasfusioni di sangue. 

Sul posto sono poi intervenuti, oltre ai sanitari del 118, anche i carabinieri della Compagnia di Campi S.na, al comando del Capitano Rolando Giusti, insieme ai militari della stazione di Novoli diretti dal M.llo Lorenzo Cannizzo.

Sull’accaduto è intervenuto, con una nota, anche il sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, chiedendo maggiori sicurezza e un rafforzamento della vigilanza notturna. “Quello che è successo questa notte in piazza Regina Margherita, con l’aggressione di un nostro concittadino, è un fatto molto grave, preoccupante e che non può passare inosservato. La sicurezza dei cittadini novolesi deve essere prioritaria, per questo motivo nella giornata di oggi chiederò un intervento urgente del Comitato Provinciale per la Sicurezza. Bisogna incrementare i controlli notturni affinché gli atti di vandalismo e le aggressioni, come quella avvenuta ieri notte, non accadano più. Inoltre è necessario, qualora non sia stata ancora redatto, avere un elenco aggiornato dei cittadini extracomunitari presenti sul territorio, anche e soprattutto al fine di tutelare quelli regolari ed integrati nel tessuto sociale del paese. Non tollereremo più aggressioni o atti vandalici, e ci adopereremo affinché la sicurezza di tutti venga tutelata”.