Lecce, non si fermano gli attentati dinamitardi. Il nuovo Questore incontra il Prefetto

0
331

bar Lecce – Ancora un nuovo attentato dinamitardo nella notte tra il 31 dicembre e l’ 1 gennaio al bar di Lecce Total White, in via Salvatore Grande, che ha subito danni a vetrate e infissi.

Quest’ultimo episodio, il terzo in un mese, che segue i Bar Paisiello e Carletto, si è svolto con le stesse modalità e le medesime conseguenze.

Il vicepresidente vicario del gruppo PdL- Fi alla Regione Puglia, Erio Congedo, sottolinea che oramai non si può più parlare di episodi isolati, si tratta di una serie di atti legati tra loro che stanno facendo rimbalzare negativamente sulle cronache la città barocca. Tali azioni, sono probabilmente riconducibili a fenomeni quali estorsione o racket ,conseguenze della attuale crisi economica.

Il nuovo questore di Lecce, Antonio Maiorano, si sta muovendo in tal senso, incontrando il Prefetto e le altre autorità locali, per mettere freno all’emergenza criminalità.

Si auspica che i cittadini mettano le forze dell’ordine in condizione di agire per il bene della città.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli festeggia il centenario della “Società Operaia di Mutuo Soccorso”.
Next articleCopertino, si rinnova anche quest’anno, la tradizione del presepe vivente alla Grottella