Guagnano, invaghito di una minorenne, la terrorizzava. Sottoposto a misura di sicurezza

0
785

StalkingGuagnano (Le) – I militari della Stazione di Guagnano nella serata di venerdì 18 settembre, hanno proceduto all’esecuzione di “Ordinanza di applicazione provvisoria di misura di sicurezza personale del ricovero presso una casa di cura e custodia” nei confronti di Tondo Salvatore, nato a San Pietro Vernotico nel 1970, residente a Guagnano, pregiudicato, disoccupato, celibe, emessa dal GIP di Lecce.

I reati contestati a Tondo sono atti persecutori, minaccia, lesioni personali, danneggiamento ed abbracciano un arco temporale intercorrente tra la primavera del 2014 e l’agosto 2015. Tondo, invaghitosi di una sua vicina di casa, minorenne, ha messo in atto un vero e proprio assedio. Continui e reiterati sono stati i pedinamenti, gli appostamenti sotto casa (soprattutto notturni, con tanto di dichiarazioni sentimentali urlate a squarciagola), le richieste d’incontro, i colloqui strappati e i baci lanciati per strada, le missive recapitate sotto la finestra. Parte di questi comportamenti sono stati messi in atto anche nei confronti della madre della minore, che ha sempre cercato di frapporsi tra Tondo e sua figlia e comunque di allontanare l’uomo.
In una circostanza, poi, il compagno della madre, per allontanare l’uomo dalla minore si è beccato delle percosse, con tanto di prognosi di qualche giorno per ferite al braccio, nonché dei copiosi danneggiamenti alla propria auto.

Per questo complesso di motivi, gli stessi militari che hanno condotto le indagini, hanno accompagnato Tondo presso il centro Airone di Martina Franca.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce-Casertana: presentazione e probabili formazioni
Next articleUna pensionata leccese di 72 anni, gravemente cardiopatica, da mesi perseguitata per presunti debiti assunti con una carta di credito c.d. “revolving”, il prestito più costoso sul mercato