Furto di galline e di un coniglio a Novoli. L’appello di una madre “Mia figlia piange al solo sentir nominarne i nomi. Restituitegliele vi prego!”

1
753

Novoli (Le) – Accade non di rado che lo smarrimento di un animale a cui siamo legati crei in noi uno stato di apprensione, preoccupati come siamo di conoscere la sorte di una bestiola cui abbiamo per un giorno, un mese o chissà per quanti anni, riversato affetto ed amore quasi al pari di quello che un padre ed una madre riservano ai propri figli.

Accade di rado – ma accade – che la stessa preoccupazione possa destarsi per la perdita (o, come nel caso di specie, molto probabilmente, per il furto) di animali non proprio domestici  (al pari di un cane o di un gatto, per intenderci) ma che, allo stesso modo, sono stati depositari di attenzioni e cure da parte di una famiglia – e di una bambina, in particolare – oggi in preda alla disperazione per aver perso le sue “migliori amiche”, alcune galline lasciate libere di “pascolare” in un terreno privato ed accuratamente recintato poco distante dal centro abitato.

Ed ecco l’appello di una madre, altrettanto in ansia sia per lo stato d’animo della figlia sia per l’infelice destino dei propri ovipari rivolto ai suoi concittadini e lanciato attraverso i più comuni Social. Un “grido” di speranza che, volentieri, condividiamo sul nostro giornale sperando di fare da cassa di risonanza e – ancor più – augurandoci che presto la storia possa svelarci un lieto fine.

“Ho visto gente mobilitarsi per ritrovare e restituire un orsetto di peluche a dei bambini che lo avevano perso – scrive Roberta – A mia figlia, domenica scorsa, sono state rapite le sue migliori amiche. TUTTE!
Solo una cattiveria oltre limite potrebbe fare una cosa del genere.

Maria Sole è una bambina sensibile e amante della natura; aveva insegnato alle sue galline a seguirla in bicicletta, alla coniglia a stare nel sediolino delle bambole, raccoglieva l’erba che più le piaceva, conservava il cibo del pranzo per loro, passava i pomeriggi a raccontargli le storie. Ora piange al solo sentir nominarne i nomi. Restituitegliele vi prego!”

Direttore Responsabile Paisemiu.com

1 COMMENTO

  1. Contrariamente a quel che si crede le galline sono animali molto intelligenti e che comprendono quello che gli viene detto e così pure i conigli. Spero che le abbiano rapite e che le restituiscono. Se è stata invece una volpe, meglio mettersi l’anima in pace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“La Bottega del Teatro”, Mario Cutrì e l’importanza di fare cultura
Next articleSpostiamoci più in La – (Parte prima)