Carmiano, un uomo è stato travolto e ucciso da un treno in corsa

0
622

RotaieCarmiano (Le) – L’orologio non aveva ancora rintoccato le 9 del mattino, Vito Paladini, 69 anni, agricoltore di Carmiano stava raccogliendo i fichi d’india quando è stato letteralmente colpito dal treno in corsa che percorreva il tratto Carmiano – Villa Convento, in aperta campagna.

Per l’anziano e sfortunato signore non c’è stato scampo, è morto sul colpo.

Al momento non si esclude nulla e le cause dell’accaduto sono da accertarsi. Sul posto si è recato il magistrato di turno Giovanni Gagliotta e sono intervenuti i carabinieri della stazione di Carmiano e della compagnia di Campi Salentina, oltre agli agenti della polizia ferroviaria.

Un dramma vero e proprio che pone l’interrogativo sulla messa in sicurezza della ferrovia proprio nelle zone di aperta campagna, dove nulla può evitare quanto accaduto oggi.

L’anziano signore forse non ha sentito il rumore del treno, il macchinista non poteva vederlo ma ha udito il tonfo sordo di una vita che non c’è più. La domanda che sorge spontanea è soltanto una: non sarebbe meglio separare fisicamente la zona della ferrovia innalzando un muretto o con una barriera di contenimento da quella percorribile?

{loadposition addthis}

Redattrice Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, dopo quattro anni d’assenza torna il SUMMER FEST
Next articleForze dell’ordine: meno tasse più sicurezza, una firma per cambiare