Ancora problemi per i nostri trasporti pubblici

0
537

BusNovoli (Le) – Si ritorna a parlare di mezzi di trasporto e di disservizi, ma questa volta sembra che la questione abbia preso davvero una brutta piega.
Paisemiu.com si era già occupato, qualche mese fa, nel pieno delle attività scolastiche, di questo binomio bus-inefficienze ormai divenuto inscindibile. Tuttavia, sebbene il problema sembrasse rientrato dopo la lettera inviata da alcuni pendolari  al responsabile e capo area FSE, Donato Dell’Abate, dal momento che le proteste verbali non avevano sortito alcun effetto (all’interno della missiva si evidenziava “l’atteggiamento superficiale e poco professionale dell’azienda” e come “Tutto è rimasto come 20 anni fa, anche le scuse”), la situazione attuale non sembra essere migliorata, anzi pare sia anche peggiorata.

Per onore di cronaca è opportuno chiarire che non è solo “Ferrovie del Sud – Est” l’unica agenzia dei trasporti pubblici ad essere sotto accusa, anche “Servizi Trasporti Pubblici di Terra d’ Otranto”  (STP) è sotto l’ attenzione dei media e delle forze dell’ordine. Difatti proprio in questi giorni sono stati assai numerosi i controlli effettuati da parte dei Carabinieri e della Polizia che hanno cominciato a multare numerosi pullman di entrambe le agenzie. Martelletti per le uscite di emergenza mancanti, sedili non a norma ma soprattutto sovraffollamento: sono queste le cause principali che hanno fatto scattare le sanzioni, specialmente nelle fasce di orario che coincidono con gli ingressi e le uscite degli studenti dalle scuole leccesi.

È proprio in questi periodi di tempo che la situazione in corriera diviene difficile: spallate per accaparrarsi l’ultimo posto a sedere o solo per riuscire a salire a bordo, aria consumata, sedili danneggiati. Anche a Novoli queste condizioni caratterizzano, ormai, la quotidianità dei pendolari: risale a poco più di una settimana fa l’episodio che si è verificato alla fermata nei pressi del monumento in onore di Padre Pio, in via Sacco e Vanzetti, in cui una studentessa di 15 anni è stata involontariamente gettata a terra proprio mentre i ragazzi si spintonavano per salire per primi sul bus; fortunatamente per lei solo dei lievi graffi alle mani. Naturalmente anche i bus in transito a Novoli sono stracolmi e sono costretti a lasciare a terra utenti che, nonostante tutto, pagano costantemente un abbonamento che, addirittura, è aumentato di prezzo proprio il mese scorso.

Davanti a questa situazione cosa rispondono FSE e STP? I responsabili dei vertici delle aziende assicurano che si correrà presto ai ripari ma non da subito, in particolare l’ingegnere Formica ha dichiarato: “Si tratta solo di un disagio temporaneo, gli studenti stiano tranquilli. Stiamo lavorando per risolvere ogni criticità.”  Non si può far altro che avere fede in queste parole ed augurare un grande in bocca al lupo ai pendolari!

Paisemiu.com rinnova il suo interessamento per i futuri aggiornamenti!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleBarletta alla ricerca del riscatto ma non chiamatelo derby
Next articleVent’anni di tennis a Novoli