L’Indiefest, musica indipendente rigorosamente live (2)

0
26

IndiefestLecce – Ritorna, giovedì 14 agosto, nell’Ostello del Sole a San Cataldo di Lecce, l’Indiefest per la nona edizione del Festival di musica indipendente. 
Contemporaneamente sarà dato spazio allo Stanato – Day, iniziativa di condivisione e di goliardica competizione culinaria; per tutti coloro i quali arriveranno entro le ore 13 con proprio tegame (o senza) il biglietto d’ingresso darà diritto all’accesso vero e proprio al festival e a tutta la sua musica, ad una bevuta e al kit ecocompatibile formato da posate, piatto, bicchiere e tovagliolino. 
Al termine del pranzo, un’autorevole giuria, composta da Gianni Papa, Tobia Lamare, Pierpaolo Lala, Mr Octopus e altri, decreterà il vincitore dello “stanato” migliore della giornata.

ll Festival è giunto ormai alla sua nona edizione, promosso da Unreal Movement e Lobello Records a cui quest’anno si aggiunge la collaborazione di Area 51, il primo spazio live radiofonico per nuove realtà musicali. L’obiettivo è quello di ricreare in un contesto locale le atmosfere tipiche dei grandi eventi, dando spazio alla musica suonata dal vivo e a quei talenti che spesso nel nostro territorio faticano a trovare un’adeguata vetrina dove potersi esibire anche a causa della mancanza di strutture necessarie a poter accogliere la musica nella sua forma più naturale: il Live.

Il termine Indie o Indipendente è spesso erroneamente associato ad un genere musicale specifico, il cosiddetto “alternative rock‟, mentre in realtà denota un’attitudine nei confronti del fare musica in un certo modo; ed è proprio con questo spirito che è nato e continua a crescere l’Indiefest. Inizialmente il festival, che sin da subito ha avuto risonanza a livello nazionale, ha voluto promuovere principalmente gruppi emergenti italiani. 

Stanato DayCosì, nel corso degli anni, ha visto aumentare le richieste di partecipazione da parte di band e musicisti provenienti da tutta Italia e oggi, finalmente, nella spaziosa location immersa nel verde, a pochi metri dal mare, Indiefest è pronto ad accogliere ospiti di caratura internazionale che regaleranno agli appassionati una giornata intera all’insegna della buona musica. Peculiarità di questa edizione è la presenza di alcune band composte da veterani del genere e musicisti che hanno caratterizzato la scena musicale alternativa dentro e fuori i confini nazionali. Sul palco si alterneranno gruppi locali come i Playontape, band nata nel 2009 espressione di un rapporto con l’immaginario new wave fiorito negli eighties e l’odierno rock post-moderno e Tobia Lamare & The Sellers. Il nuovo progetto di Tobia Lamare, leader degli Psycho Sun, fatto di ballate acustiche che uniscono il folk di Neil Young alle asprezze dei Violent Femmes, un progetto ispirato, nel suono, dagli spazi aperti, dai camini, dall’autunno fatto di amici e tanti cani, omaggiando il grande folk, il country, il rock’n’roll (Bob Dylan, Elvis, Eagles, Johnny Cash) ma anche i Pavement e i Cure. A loro si aggiungono poi numerosi nomi d’eccellenza della scena indie italiana come quello di Nevica su Quattropuntozero, nome dietro il quale si cela il musicista e produttore livornese Gianluca Lo Presti attivo già da molti anni nella scenario indipendente italiano che con la profondità e corposità dei suoni contribuisce a rendere perfettamente l’espressività del messaggio musicale che il cantautore vuole trasmettere, quello dei Departure aveband formata da quattro ragazzi poco più che ventenni che hanno dato alla luce un album, ‘All the Sunset in a Cup’,  prima ancora di avere un pubblico e di promuoversi all’interno del panorama musicale, e infine i Luminal nati a Roma nel 2006 vincitori come miglior band nel 2013 del premio del Mei, il PIMI (Premio Italiano Musica Indipendente), ovvero il più importante riconoscimento italiano per un gruppo indipendente e nel 2014 ospiti nella riedizione di “Hai paura del buio?” degli Afterhours con la cover di Elymania. A chiudere il festival saranno invece i Civil Civic, il duoaustraliano ma trapiantati in Inghilterra e Spagna che circa tre anni mischia math rock, post-punk, prog ed elettronica in chiave strumentale e disco noise. Ai live sul palco si aggiungeranno i dj set di Madesi Area51, Psychodandy e Lobello Records. Festival e Stanato – Day, apriranno le porte dell’Ostello in Via Amerigo Vespucci a San Cataldo di Lecce alle ore 12. L’inizio dei concerti è previsto per le ore 21. Sarà possibile raggiungere la location anche attraverso i mezzi di trasporto pubblico cittadino (linea 32 attiva fino alle ore 20 circa) e attraverso un servizio di navetta attivo dalle ore 20 con partenza da Porta Napoli  (info: 329 8062106). Costo del biglietto: 5 euro.

{loadposition addthis}