A suon di banda arrivano a Trepuzzi le Olimpiadi dell’Amicizia (2)

0
62

1 Manifesto Olimpiadi della AmiciziaTrepuzzi  (Le) – Fanno tappa domani, lunedì 20 aprile, a Trepuzzi le Olimpiadi dell’Amicizia, l’iniziativa promossa dal Comitato Provinciale Unicef e dalla Provincia di Lecce.

A fare gli onori di casa il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Trepuzzi, insieme agli studenti degli Istituti Comprensivi Polo I e Polo II, Bande a Sud, il Festival degli immaginari bandistici  che da quattro anni lavora sul territorio per il recupero della memoria collettiva e la valorizzazione del mondo bandistico e le sue contaminazioni contemporanee, e ad una fitta rete di associazioni cittadine.

Nel corso della manifestazione, che avrà inizio a partire alle 9.00 del mattino, ci sarà la simbolica consegna delle chiavi del paese a tutti i bambini presenti, all’insegna di valori quali la pace, la non discriminazione, la sana alimentazione e la musica.Banda

Si esibiranno inoltre band, orchestre, cori e formazioni musicali costituite interamente dai bambini e ragazzi delle scuole di Lecce, Lequile, Monteroni, Palmariggi, San Cesario, Scorrano, Squinzano, Surbo, Copertino e Trepuzzi che invaderanno allegramente le strade del centro storico, insieme al personale docente, i genitori e le Associazioni del territorio coinvolte.

Attività centrale sarà dunque la musica considerata anche come occasione di formazione e scoperta, attraverso la Mostra DSC 0283dell’antiquariato bandistico e musicale, allestita negli spazi della piazza, progetto ideato e promosso da Bande a Sud e sperimentato con successo gli anni scorsi grazie all’impegno e l’entusiasmo delle scuole di Trepuzzi.  Bambini e ragazzi coinvolti sono stati invitati a scavare nella memoria e tra gli oggetti di genitori e nonni, a caccia di “reperti” legati alla musica e in particolar al mondo della banda. Vecchi strumenti di riproduzione musicale, antichi strumenti musicali, cartoline, souvenir, fotografie, tutto ciò che ha una storia legata alla musica e che possa accendere il racconto di ciò che è stato, facilitando il legame tra vecchie e nuove generazioni, e la scoperta da parte dei più giovani di antiche storie che appartengono alla comunità.

Nel segno dell’incontro tra generazioni, importante sarà la presenza di un gruppo di nonni, uno per scuola, tassello prezioso per l’avvio del racconto e lo scambio di saperi. La manifestazione è promossa e sostenuta dal: Comune di Trepuzzi, gli Istituti Comprensivi ( dell’Infanzia e Primaria ) Polo I e Polo II di Trepuzzi, il Festival Bande a Sud, Avotus, Ansi, Proloco Trepuzzi, Proloco Marina Di Casalabate, Scout, Ass.Tommaso Caretto, Ass.Votano Specchia, Gal, Arif, Centro Anziani Del Comune, i genitori, i nonni di Trepuzzi.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGallipoli, una domenica con “EXTRAVERGINE@GALLIPOLI2015.IT” (2)
Next articleUN MARE DI MIGRANTI. L’indifferenza che (ci) uccide