Taranta-Focara, patto per il turismo

0
537

Le fondazioni pronte a coinvolgere gli operatori del settore per crescita comune. Avviata collaborazione con la costituenda Fondazione Luminarie di Scorrano.


Manera Greco Melpignano (Le) – Convocare le associazioni di categoria del turismo per avviare un percorso comune che determini il prodotto “Salento Tutto l’Anno” pronto a conquistare le borse del turismo internazionale. È la prima importante determinazione assunta dai consigli di amministrazione delle Fondazioni La Notte della Taranta e Focara di Novoli, riuniti per la prima volta a Melpignano, dopo la sigla del protocollo d’intesa nel dicembre scorso.

Conoscere le istanze degli operatori del settore turistico, ascoltare le proposte di chi accoglie i visitatori, tracciare un percorso comune di programmazione annuale: questi gli obiettivi dell’incontro che coinvolgerà Confindustria, Camera di Commercio, Assobalneari, Federalberghi, Confartigianato e le altre associazioni del settore. L’incontro allargato agli operatori turistici si terrà subito dopo le festività pasquali.

I presidenti Massimo Manera (Fondazione La Notte della Taranta) e Gianmaria Greco (Fondazione Focara di Novoli) dichiarano: “abbiamo ricevuto diverse richieste di adesione all’iniziativa ma il primo passo che riteniamo doveroso compiere è coinvolgere il territorio in questo percorso di crescita comune. Nel corso degli anni gli operatori turistici hanno espresso la volontà di programmare e concordare le linee guida dello sviluppo. Questa è un’occasione irripetibile per tutti. Siamo convinti che i brand Notte della Taranta e Focara oggi possano realmente creare nuove possibilità di sviluppo e di ricaduta economica reale. Si tratta di lanciare una piattaforma di servizi immediatamente fruibili. In attesa di costituire il comitato Salento tutto l’anno, abbiamo avviato la prima strategica collaborazione con la costituenda Fondazione Luminarie di Santa Domenica di Scorrano. Le luci e la maestrìa degli artigiani “paratori” sono il filo conduttore delle nostre feste autentiche, quelle che attraggono i visitatori perché legate non solo alla fede ma un rituale antico che ci lega come comunità. Inoltre i direttori artistici delle rispettive Fondazioni lavoreranno congiuntamente per individuare le forme di collaborazione già a partire da luglio”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl rifiuto migliore è quello che non si produce, l’altro, troppo spesso, interessa il malaffare. Idee e proposte a 5 Stelle
Next articleScoperti cani in una struttura fatiscente situata nella campagna di Squinzano