Surbo: quarta edizione di Pedalando… indietro nel tempo

0
76

biciclettata surboSurbo (Le) – Domenica di svago e divertimento da passare in allegria con la famiglia e gli amici alla scoperta dei tanti luoghi che rendono unico il nostro territorio. L’associazione sportiva A.S.D. Emission Zero organizza, in collaborazione con la comunità parrocchiale S.Maria del popolo di Surbo, la quarta edizione della pedalata cicloturistica “Pedalando… indietro nel tempo”.  

Appuntamento questa mattina alle 9.00, ora del raduno, in piazza Unità Europa da dove si partirà, seguendo un itinerario prestabilito, alla scoperta delle tante bellezze di cui è pieno il nostro territorio alla volta del parco di Rauccio.

Intorno alle ore 11.30, presso l’area di sosta pic nic del parco, Don Nando Capone celebrerà l’Eucarestia Domenicale. Per gli anziani e i diversamente abili è previsto un trenino (tipo turistico) che permetterà loro di partecipare a questa bella giornata di festa all’aria aperta insieme a tutti gli altri partecipanti.

Orario del rientro, previsto in piazza Europa, massimo per le ore 15.30.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePremio Alta Moda – Brindisi Città del Mare: un sogno chiamato moda
Next articleDal pianoforte che dipinge alla grande festa della Black Music: un inizio di giugno all’insegna della musica