Patty Pravo a Lecce e il Politeama diventa il Piper Club

0
301

Patty Pravo a LecceLecce – Poteva essere una serata come tante quella del 7 Aprile a Lecce, ma di quelle degli anni ‘60. Il Politeama Greco diventa il Piper Club per una sera e ospita sul palcoscenico la più grande interprete di quegli anni, Patty Pravo. L’emblema dell’eleganza e della disinvoltura, una donna da palcoscenico che, con 50 anni di carriera alle spalle, attrae spettatori di ogni età.  “Eccomi” è il nuovo album che apre la serata, – “Eccomi” perché è un album in realtà pronto da tempo – dice la cantante,  il ventiseiesimo album registrato in studio nato dall’ attenta selezione tra più di 700 brani.

L’album rispecchia la forza della Pravo ma lascia spazio alla figura fragile di una donna custodita e svelata con moderazione. Un album che vede nei testi, la penna di nomi illustri della scena musicale tra cui Tiziano Ferro, Gianna Nannini, Subsonica e il nostro concittadino Giuliano Sangiorgi, con un pezzo che lei definisce speciale, perché nato in occasione del suo compleanno.

Una voce nuova ma vissuta e intramontabile come i brani che in carrellata hanno riportato all’atmosfera dell’epoca di “Pazza Idea”, “Sentimento”, “Il Paradiso” e de “La Bambola”, che se pur in una versione tutta nuova, ha emozionato fino a far accapponare la pelle; pensare che “La Bambola” è proprio uno dei testi che la stessa Patty vedeva molto lontano da lei, un testo importante che parla delle problematiche sulla libertà femminile cantato da una donna che si definisce “nata e rimasta libera”.

Classe e ironiche espressioni sul palco per Patty, tra una folla impaziente di ascoltare il prossimo pezzo che, passando dal prog de “La mela in tasca”, giunge a toccare una parte considerevole del nostro quotidiano, quella che purtroppo ancora vive e che sembra indistruttibile, la guerra. “Dove andranno i nostri fiori” è un brano interpretato da voci famose ma che, attraverso il caratteristico timbro della ragazza del Piper, ti tocca nel profondo.

E raccomandando di comprare i dischi per imparare la musica, l’artista porta al termine il suo concerto e saluta i suoi fan tra strette di mano, baci volanti e cortesi inchini, per una donna che sotto la giacca, custodisce una voce e un savoir-faire simbolo di una musica che fa storia.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleDue novolesi, gli “Alti e Bassi” a Eccezionale Veramente su La7
Next articleSettimo Memorial Roberto Castelluccio: il 10 aprile il 1° trofeo interforze