Novoli celebra il primo “Microchip Day”

0
438

cani sfregiatiNovoli  (Le) – Il Comune di Novoli , in collaborazione con “Asl Lecce – Area Nord”, organizza per domenica 19 ottobre la “prima giornata del microchip”.

Il microchip è un circuito integrato completamente biologico applicato nel tessuto sottocutaneo di un cane, di un gatto o di un altro animale, ha le dimensioni circa di un chicco di riso e nei cani assolve a diverse funzioni: permette di identificare il cane (indispensabile, per esempio, nel caso di vaccinazioni contro la rabbia), consente di identificare sia i proprietari, prevenendo così i casi di abbandono, sia i cani smarriti e restituirli ai legittimi proprietari, inoltre aiuta a combattere i furti o i rapimenti.

Dal 1 gennaio 2005 il microchip è diventato l’unico sistema identificativo autorizzato per i cani soppiantando, dunque, il vecchio sistema costituito dall’applicazione di un tatuaggio. Qualora il marchio non fosse più leggibile, il cane dovrà essere nuovamente identificato con microchip e registrato all’anagrafe canina; in caso contrario i trasgressori sono punibili ai sensi di legge con sanzioni che arrivano fino a 412€.

Così, solo ai i residenti nel comune di Novoli, proprietari di cani, sarà offerta la possibilità di applicare gratuitamente il microchip e di iscrivere regolarmente il proprio animale all’anagrafe canina, portando con sé solo la carta d’identità e codice fiscale.

L’inizio delle operazioni di microchippatura è previsto per le ore 9.30 e procederanno fino alle ore 12.30 nell’atrio della casa municipale sita in piazza Aldo Moro.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“PugliApedali”: dal treno storico alla bicicletta
Next articlePorto Cesareo danza al ritmo di pizzica e si inebria con “Tradizioni”