La Fòcara “a fuoco” con Emir Kusturica e Hidetoshi Nagasawa

0
314

Emir KusturicaNovoli (Le) – Il 16 gennaio, si rinnova la tradizione popolare che ogni anno si celebra attorno ad un falò di 25 metri di altezza e 20 metri di diametro. Con il passare degli anni e con l’avvento dell’Amministrazione Marzo-Vetrugno, la tradizione ha sposato l’arte e così la Fòcara ogni anno viene arricchita da importanti artisti che attraverso la loro visione di quello che è il falò novolese, aggiungono un tocco di originalità.

Quest’anno è la volta della passione creativa del maestro Nagasawa nel segno di una tradizione che si rinnova e si veste di contemporaneità e internazionalità.

Insieme ad Hidetoshi Nagasawa, per l’occasione, ci sarà il maestro Emir Kusturica (nella foto); entrambi saranno i protagonisti di “A fuoco” un film documentario di Gianni De Blasi, che ricostruisce la storia dell’antica festa tradizionale salentina, prodotto con il sostegno di Apulia Film Commission.

“Sarà un film documentario in cui traspariranno l’aspetto del sacro misto al paganesimo insito nel rito della Focara. – anticipa Gianni De BlasiLe voci narranti di Emir Kusturica e di Hidetoshi Nagasawa descriveranno il loro personale punto di vista sull’evento. Ad accompagnare le voci degli artisti e le scene del quotidiano fervore del paese, le musiche dal vivo dei musicisti che si alterneranno sul palco del Focàra festival. Una colonna sonora partecipata dai suoni di chi il festival lo ha abitato in quanto pubblico. In quel momento prima che finisca la musica e si spenga il fuoco noi avremmo messo tutto a fuoco per restituirvelo”.

Nello spazio di FòcarArte oltre ad Emir Kusturica e Hidetoshi Nagasawa, a Novoli ci sarà anche una mostra degli scatti sulla Fòcara 2013 di Letizia Battaglia e Peppe Avallone presente come Premio FòcaraFotografia 2014.

E così il prossimo 16 gennaio, dopo il rito antichissimo mattutino della coreografica bardatura e l’attesa celebrazione della pomeridiana benedizione degli animali, la “Fòcara” tornerà a bruciare a devozione del santo patrono e protettore.

Intorno al fuoco si ballerà e si degusteranno specialità tipiche ai ritmi del concerto internazionale Fòcara&Friends con Alpha Blondy, Omar Souleyman, Ariacorte e NoFinger Nails che apre l’edizione speciale del FòcaraFestival 2014, caratterizzato nei giorni successivi, 17 e 18, dalle presenze di Tinariwen, Muchachito Bombo Infierno, Bandadriatica, Bombino, BoomDaBash, Dubioza kolektiv, Motel Connection e tanti altri artisti ad entusiasmare il pubblico in uno spettacolo unico ed irripetibile dell’inverno salentino, con le contaminazioni di più esperienze artistiche del Mediterraneo.

La “grande festa” dell’Inverno salentino è promossa da Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Novoli in collaborazione con numerosi partner pubblico-privati, “La Fòcara” è stata inserita tra i beni della cultura immateriale della Regione Puglia e partecipa alla catalogazione Ministeriale per il riconoscimento dell’Unesco quale Patrimonio Intangibile dell’Umanità, da valorizzare e tutelare. Proprio per la tutela di questo patrimonio della tradizione popolare novolese è nata la Fondazione Fòcara di Novoli con gli obiettivi di conservare e tramandare nei valori e nei significati più profondi lo spirito della festa.

Le fasi salienti della manifestazione potranno essere seguite sul portale www.fondazionefocara.com

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLa risalita del Lecce contro i sogni della matricola L’Aquila
Next article“Se tu avessi parlato … Emilia” al Teatro di Novoli