Focara Social Club, giovani in rete attorno alla Fòcara

0
490

Conferenza stampa di presentazione del progetto finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito di “Giovani per il Sociale”. Giovani novolesi al lavoro sulla valorizzazione innovativa della cultura locale e delle tradizioni legata alla Focara e ai riti del fuoco


focarasocialclubNovoli (Le) – Venerdì 21 ottobre, alle ore 11 all’interno del Palazzo Baronale di Novoli (1° piano, piazza Regina Margherita), verrà presentato alla stampa “Fòcara Social Club”, progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, nell’ambito dell’avviso pubblico denominato “Giovani per il Sociale”. All’incontro interverranno l’assessore regionale alla Cultura, Loredana Capone, oltre al Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, al Sindaco del Comune di Novoli e Presidente della Fondazione Fòcara di Novoli, Gianmaria Greco, e a Francesca Imperiale per l’Università del Salento. Coordinerà  il project manager di progetto, Giorgio Martina.

Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere i giovani della comunità novolese in una dimensione reticolare, che fa perno sulla valorizzazione innovativa della cultura locale e delle tradizioni, così come del dialogo interculturale e religioso legati alla Fòcara e più in generale ai riti del fuoco, finalizzata allo sviluppo della partecipazione consapevole e matura in grado di costruire una coscienza civica solida e solidale ed incentivare nuove opportunità di lavoro. La Fondazione Fòcara di Novoli, infatti, in collaborazione col Comune di Novoli, ha promosso la presentazione della candidatura del progetto dopo un percorso formativo che ha coinvolto 55 giovani novolesi allo scopo di acquisire competenze in merito alla creazione e sviluppo d’impresa nei settori Ambiente, Cultura e Turismo. Il progetto prevede, tra le attività strategiche, l’attivazione di una piattaforma web, (www.focarasocialclub.net), la realizzazione di  scambi culturali e gemellaggi fra i giovani novolesi e quelli di altre comunità italiane ed estere interessate da tradizioni locali similari, la realizzazione della «Rete del Fuoco», quale prodotto culturale e turistico di tipo transnazionale, l’istituzione di un Fòcara Camp giovanile all’interno del palinsesto della Fòcara di Novoli.

Tutto il progetto sarà svolto interamente da giovani novolesi, con la collaborazione di funzionari e risorse esterne per le attività di amministrazione, rendicontazione e programmazione. Il team di progetto, infatti, ha avviato i lavori anche in vista dell’edizione 2017 della Festa di Sant’Antonio Abate e dell’evento Fòcara, appuntamento durante il quale saranno particolarmente intensificate le attività di Fòcara Social Club sul territorio novolese. Soddisfatto il sindaco di Novoli, Gianmaria Greco: “Il progetto Focara Social Club rappresenta un importante opportunità di crescita per molti giovani novolesi ed avrà un rilevante impatto in occasione dell’evento del 2017”.  

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleA Francavilla passa il Lecce, ma che fatica!
Next articleIl Lecce si prepara alla trasferta di Catania. Lepore: “Importante mantenere…”