Esce “L’isola che c’è”, nuovo singolo per LaNik

0
368

Il brano, prodotto da Best Production, è in vendita su iTunes e su altri 400 store digitali

LanikSi intitola “L’Isola che c’è” il nuovo singolo di LaNik (nella vita Nicoletta Notaro), giovane promessa della musica italiana, scritto e arrangiato da Edoardo Casto e prodotto dalla Best Production di Salvatore Mauro.

Salentina (originaria di Galatina), dalla voce grintosa, LaNik (classe 1985) ha personalità e potenzialità canore in grado di rendere il suo primo capitolo discografico assolutamente interessante. Il singolo è frutto dell’incontro con i produttori discografici Matteo Tateo, Lelio D’Aprile e Antonio Licchetta della Redland Music & Swithmuse Music Group che hanno realizzato vari remix de “L’Isola che c’è”, un bouquet di versioni che vanno dalla pop radio version alla dance e alla house, realizzate dai miglior deejay team-work italiani.

Il brano ha tutte le carte in regola per diventare un tormentone estivo, una di quelle canzoni le cui note, al primo ascolto, ti entrano nelle orecchie e non ti lasciano più, grazie anche a una melodia trascinante e un testo che è un vero e proprio inno a quella spensieratezza che è nascosta nel bambino che è in ognuno di noi. Il rap melodico che lo caratterizza regala un tocco in più di freschezza e solarità, caratteristiche che rispecchiano la personalità della giovane artista e il “suo” amato Salento.

A breve, “L’Isola che c’e” sarà in vendita su iTunes e su altri 400 store digitali. È già in fase di realizzazione anche il video di LaNik che sarà messo in onda sui canali web e tv, con la produzione della Best Production in collaborazione con Be Project ed Edoardo Casto, col supporto della fotografa Mari Giaccari e del Mosquito beach di Marina di Pesculose.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCarpi-Lecce: dopo partita
Next articleIl 13 giugno, l’artista Pio Tarantini a Salice Salentino