A Maruggio il “Muro della legalità”

0
12

Il sindaco Longo: “Lavoriamo per diffondere la cultura della legalità”


Maruggio (Ta) – Tre giorni di eventi e manifestazioni per cercare di divulgare sempre più il concetto di legalità, rispetto delle regole e senso di appartenenza alla comunità e allo Stato.  E’ questo l’obiettivo del “Muro della legalità”, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Alfredo Longo e coordinata dal consigliere comunale Tiziana Destratis, in occasione della commemorazione dei 30 anni dalla strage di Capaci.

Il progetto, che prevede una serie di incontri ed eventi in collaborazione con le scuole e le associazioni presenti sul territorio, ha come finalità principale quella di costruire una consapevolezza sociale nei più giovani affinché assumano comportamenti legali e funzionali ad una società civile e giusta.

Si parte lunedì 23 maggio alle ore 10.00 presso l’istituto comprensivo “T. Del Bene” con l’incontro “Le idee che restano” a cura di Gianpaolo Pisconti, responsabile del progetto “Buona Vita Organizzata” sostenuto da Fondazione con il Sud.

A seguire giovedì 26 maggio alle ore 9.00 presso il cineteatro Impero con la presentazione del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e la proiezione del film “Io ricordo”. Durante la giornata si terrà anche il cineforum con i componenti del direttivo nazionale dell’associazione “SOS Impresa” oltreché un dibattito alla presenza di Maria Grazia Trotti, imprenditrice che si è ribellata alla ‘ndrangheta’ e presidente dell’associazione Antiracket e Antiusura “Vigevano Libera” ed Erminio Marsella, presidente dell’associazione “SOS Impresa – Lavoro e Legalità” di Maruggio.

Ultimo appuntamento quello di venerdì 27 maggio a partire dalle ore 10.00 presso il cineteatro Impero con il “Muro della legalità”. La scaletta prevede i saluti della dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “T. Del bene” Maria Maddalena Di Maglie e l’incontro con Vincenzo Basile, fratello di Emanuele Basile, capitano dei Carabinieri pugliese ucciso dalla mafia nel 1980, e Vincenzo Di Maglie, referente del presidio di Libera di Manduria “Emanuele Basile”. A seguire si raggiungerà in corteo Piazza Mattarella dove saranno presentati i nuovi murales e, nelle immediate vicinanze, sarà inaugurata una via intitolata a Emanuele Basile.

Continua senza sosta il nostro lavoro per diffondere, in particolare alle nuove generazioni, la cultura della legalità. Abbiamo voluto fortemente, a trent’anni di distanza dalla strage di Capaci, promuovere questo cartellone di eventi con la realizzazione di nuovi murales in ricordo delle vittime di mafia pugliesi per lasciare traccia dei volti, in alcuni casi non molto noti, dei personaggi che hanno sacrificato la propria vita per difendere i nostri ideali di legalità e giustizia” ha affermato il sindaco Alfredo Longo.