Novoli, “guerra” continua contro gli eco-trasgressori

0
839

Terminato oggi l’impianto di videosorveglianza in via Vecchia Napoli

discaricaNovoli (Le) – Continua l’attività di repressione contro l’abbandono incontrollato di spazzatura nel territorio novolese. Come già accennò, a Paisemiu.com, il 17 aprile u.s. il Tenente Paladini, Comandante dei Vigili Urbani, l’Amministrazione Comunale non molla la presa e ha deciso con tutti i mezzi e le forze a disposizione di dare battaglia ai “furbi”.

Oggi, siamo stati in via vecchia Napoli, dove c’era una squadra di tecnici che provvedeva all’installazione di un sistema di videosorveglianza formato da due pali e tre “occhi” che vigileranno in quella che è stata sempre una delle tante discariche a cielo aperto per i furbetti novolesi e provenienti dai paesi viciniori, anche perché il territorio è di competenza del Comune di Novoli ma è una strada secondaria molto trafficata da residenti a Trepuzzi, Campi e Carmiano. In questo modo l’Amministrazione Comunale conta di riuscire a risolvere quello che è uno dei tanti problemi creati da persone senza alcuna educazione civica.

 Abbiamo documentato il lavoro con le foto che seguono.

{gallery}Gallerie/vecchianapoli{/gallery}

Foto: Copyright Paisemiu.com

A tal proposito abbiamo raggiunto l’Assessore preposto, il Vice Sindaco, Gianmaria Greco; queste le sue dichiarazioni in merito:

 «Chi abbandona la spazzatura in maniera così avventata, non solo inquina, ma, può essere uno di quegli evasori che grava sulle tasche dei cittadini. Non ci sembra giusto che qualcuno pur di risparmiare, rovini l’ambiente e vada ad inficiare i già compromessi bilanci familiari dei concittadini. In quest’ottica abbiamo deciso di continuare a dotare le zone nevralgiche, di sistemi di videosorveglianza che non solo ‘consiglieranno’ agli avventori di quei luoghi di astenersi dal perpetuare queste infrazioni, ma aiuteranno le forze dell’ordine a individuare e sanzionare con pene pecuniarie i trasgressori».

È un malcostume? È una mancanza di educazione? Oppure effettivamente tra questi trasgressori c’è gente che non ha nemmeno ritirato i bidoni per la raccolta differenziata e continua a risparmiare su un costo abbastanza gravoso per tutta la comunità?

Sono domande alle quali cercheremo risposta tra un po’ di tempo, quando l’occhio del grande fratello potrà delucidarci sulla categoria di contravventori.

Come già detto in precedenza nell’articolo in cui trattammo l’argomento, è veramente antipatico come nel 2013, per ripristinare l’ordine delle cose, si abbia bisogno di essere “spiati”.

Si sa però: a mali estremi, estremi rimedi.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleFUTSAL LECCE – Giunge al termine il campionato dei ragazzi terribili
Next articleNovoli. Capitan Epifani: «Domenica voglio vedere il Toto Cezzi gremito di novolesi».