Dal 21 al 23 agosto, a Castrì, la seconda edizione della “Sagra te li piatti te na fiata” 

0
31

Castrì di Lecce – Per il secondo anno consecutivo, la tradizione torna a Castrì di Lecce con una sagra che ripesca dalla tradizione culinaria del passato le ricette più rappresentative del territorio. Da mercoledì 21 a venerdì 23 agosto, via Pascoli a Castrì si riempirà di stand che proporranno piatti tipici, tanta buona musica popolare e allegria.
Durante le tre serate si potranno degustare pietanze tradizionali come i maccarruni fatti a casa, i muersi fritti, le fae nette cu le cicore creste, la pignata te piseddrhi, le pittule, i pipirussi scattarisciati e le pappaiottule, piatto tipico DE.CO. che rientra nei piatti della cucina povera locale, creato con pochi ingredienti come pane raffermo, uova e formaggio.

Ogni sera, inoltre, il palco ospiterà tanta musica popolare tutta da ballare e cantare: si parte mercoledì 21 con il Gruppo Folk 2000, nato a Cannale nel 1976 dall’esigenza artistica e culturale di portare all’attenzione del pubblico quelle musiche, quella cultura, quelle tradizioni, che andavano e vanno man mano scomparendo. La sua espressione musicale dialettale, infatti, è la testimonianza del ritorno alle origini, il racconto, in chiave moderna della storia culturale di un’intera provincia, dei suoi problemi, della sua tradizione. Giovedì 22, poi, sarà la volta di Stella Grande, una delle maggiori interpreti della musica popolare che emoziona con la sua spiccata teatralità e intensa interpretazione del repertorio di tradizione.
Venerdì 23, infine, gran finale con la Fabbrica Folk, band che nasce dall’ispirazione di sette musicisti provenienti da universi stilistici ed espressivi variegati ma tutti con una sola esigenza ossia scandagliare le radici della tradizione salentina per carpirne le sfumature e i linguaggi strumentali che fanno della musica un “non luogo” geografico.
Prende così vita una rielaborazione influenzata dal patrimonio tradizionale dell’Italia Meridionale che si mescola ad un sound ricco di prog-folk, ambient rock ed etno-fusion.

Dopo il successo della prima edizione, siamo pronti quindi a vivere ancora una volta la tradizione con la Sagra te li piatti te na fiata organizzata con passione dalla Pro Loco di Castrì con l’intento di valorizzare le materie prime del territorio e puntare alla riscoperta delle tradizioni e dei sapori antichi in un clima di festa e spensieratezza.