Secco 2-0 al Monopoli, Lecce campione d’inverno

0
122
FOTO: Stefano DI BELLA

Lecce– Il ritorno al “Via del Mare” coincide con il nuovo appuntamento con i tre punti. Il Lecce batte 2-0 il Monopoli e conquista il titolo di campione d’inverno. Il secco risultato non deve trarre in inganno. Gli ospiti hanno espresso un buon calcio, confermando quanto di buono fatto vedere in questo campionato. Per lunghi tratti della ripresa a fare la differenza è stata la difesa del Lecce, comandata da un ottimo Cosenza e presidiata da Perucchini, autore anche oggi di un intervento salva-risultato su Sounas.

Il Lecce comincia la partita cercando di premere sulla trequarti avversaria, ma il pacchetto arretrato Ricci-Ferrara-Bacchetti fa buona guardia. I giallorossi fanno girare bene il pallone ma qualche errore di misura nel passaggio decisivo o qualche controllo difettoso fa ritardare l’appuntamento con la conclusione.

La prima occasione del match è degli ospiti: all’11’ Genchi, centravanti del Monopoli, bravo a liberarsi in area con un tiro secco sventato dal tuffo di Perucchini. Di Piazza, tre minuti dopo, beneficia di un sanguinoso errore in fase di disimpegno di Bei, ma manda alle stelle da buona posizione. Più concreta è l’inzuccata di Mancosu al 17’, imprecisa e anch’essa terminata sopra la trasversale.

La partita, seppur non giocata ad alti ritmi, è gradevole. Le due squadre non lesinano ottime manovre offensive e, tra il 19’ e il 21’, c’è un altro botta e risposta. Prima Scoppa, da calcio d’angolo, pesca Genchi che manda fuori nonostante l’anticipo sull’uscita di Perucchini. Poi, due minuti dopo, Caturano prova a pescare il jolly da fuori, ma Bifulco c’è.

Il vantaggio del Lecce arriva al 23’. Calcio d’angolo tagliato di Costa Ferreira che premia il terzo tempo cestistico di Cosenza, che arriva in cielo e schiaccia in rete di giustezza. Armellino, al 30’, prova a bissare la prodezza del compagno ma la sua inzuccata è imprecisa. Il Monopoli regge bene l’impatto e al 33’ confeziona un’ottima ripartenza che porta al tiro Zampa, il cui diagonale termina sul fondo.

Al 36’ Mancosu ha tempo e spazio per una sassata da fuori, alta sopra l’incrocio. L’undici di Liverani continua a premere ma senza graffiare ancora. Caturano, al 37’, rivitalizza un lancio di Costa Ferreira incuneandosi tra due difensori prima di un tiro sull’esterno della rete. Il Monopoli risponde ancora bene con un colpo di testa di Genchi, debole e facilmente controllabile per Perucchini.

Un’interessante palla a gol chiude il primo tempo. Apertura geniale di Mancosu per un Di Piazza finora impreciso. L’ex Foggia scatta dietro la difesa avversaria ma tiene troppo il pallone e perde il duello con Bifulco.

La ripresa comincia con una rocambolesca azione nell’area del Lecce. Non passa neanche un minuto e un cross di Bei non letto bene da Riccardi porta al tiro Zampa a seguito di un rimpallo. Cosenza ribatte ma il Monopoli protesta per un presunto rigore a seguito dell’atterramento dello stesso Zampa.

I bianco verdi si esprimono decisamente meglio in quest’avvio di ripresa. Souare di testa non imprime la giusta forza, agevolando la parata di Perucchini, miracoloso all’11’ sul tocco volante di Sounas. Prima Caturano, da solo a seguito di un perentorio recupero palla, aveva testato i riflessi di Bifulco, ma il Lecce è sempre più rintanato nella propria metà campo.

Liverani fiuta la situazione e manda in campo Di Matteo e Tsonev per Ciancio e Armellino. Anche Tangorra opera il primo cambio con Sarao per Souare. Poco dopo Di Piazza dà forfait per un guaio muscolare e lascia il posto a Torromino.

Il Lecce sembra uscire dal momento d’empasse e, dopo il tiro da lontano di Arrigoni al 16’ su respinta scaturita da calcio d’angolo, è Bifulco a tenere a galla il Monopoli con un riflesso fulmineo sul sinistro in diagonale di Caturano.

Al 23’ sale ancora in cattedra Cosenza. Il roccioso difensore chiude con una perentoria scivolata l’ennesima iniziativa offensiva dell’attivissimo Sounas e si prende gli applausi del “Via del Mare”. Il baricentro del Lecce s’abbassa fin troppo ma la terza linea chiude tutte le linee di passaggio, cercando vanamente delle preziose ripartenze. È questa la strategia che Liverani intende adottare per l’ultima parte di match.

Al 31’ lo schema esce bene, Tsonev porta palla, scarico per Torromino che mette al centro per Caturano, tutto solo, sprecone e impreciso davanti a Bifulco. Il 18 giallorosso si riscatta al 36’ convertendo in gol il cross di Tsonev sul secondo palo con un colpo di testa schiacciato su cui Bifulco può far ben poco. Un minuto dopo Torromino sfiora il tris, ma Ricci salva sulla linea a portiere battuto. L’ex Crotone vuole fortemente il gol, ma al 40’ il suo diagonale fa la barba al palo.

Il Lecce conquista così il titolo di campione d’inverno, ma guai ad abbassare la guardia. Sabato si riapriranno le porte del “Via del Mare”. A rendere visita alla truppa di Liverani ci sarà la Virtus Francavilla.

Il tabellino

Lecce-Monopoli

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore (cap.), Cosenza, Riccardi, Ciancio (13’st Di Matteo); Armellino (13’st Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (43’st Megelaitis); Caturano (42’st Marino), Di Piazza (18’st Torromino). A disposizione: Chironi, Torromino, Pacilli, Valeri, Drudi, Lezzi, Gambardella, Persano. Allenatore Fabio Liverani.

Monopoli (3-5-2): Bifulco; Ricci (cap.), Ferrara, Bacchetti (33’st Mercadante); Bei (41’st Paolucci), Sounas (41’st Rota), Scoppa, Zampa, Donnarumma; Genchi (33’st Mavretic), Souare (15’st Sarao). A disposizione: Bardini, Lobosco, Mercadante, Zibert, Paolucci, Lanzolla, Rota, Tafa, Russo, Longo. Allenatore Massimiliano Tangorra.

Marcatori 24’pt Cosenza (L)

Ammoniti 27’st Tsonev (L), 32’st Arrigoni (L),

Arbitro Vincenzo Fiorini di Frosinone

Assistenti Salvatore Affatato di Vico Equense e Marcello Rossi di Novara

Note: pomeriggio fresco, terreno in buone condizioni, temperatura 11 °C. Spettatori 8812 (6649 abbonamenti, 2163 paganti), incasso totale 58547,00 euro (30204,00 quota abbonati, 28343,00 incasso paganti). Recuperi 1’pt, 5’st.