Mister Corini alla vigilia di Lecce-Virtus Entella: “Abbiamo dimenticato Pescara, siamo affamati per la gara di domani”

0
82
Corini

Lecce – Dopo tre giorni si torna già in campo. Martedì alle ore 19:00, ci sarà la Virtus Entella al Via del Mare per la ventiseiesima giornata di campionato. Durante la conferenza stampa della vigilia, mister Corini ha presentato la gara parlando delle insidie del prossimo avversario e ripercorrendo gli errori del match contro il Pescara: “Arriviamo bene alla gara di domani. Abbiamo anche recuperato alcuni giocatori e siamo pronti e preparati per gara contro l’Entella. Le lezioni ci sono sempre e c’è sempre qualcosa da imparare. C’è rammarico per non aver portato a casa i tre punti contro il Pescara tenendo a mente anche il macroscopico fuorigioco. Abbiamo fatto la partita, però, ai ragazzi ho detto che la gara deve essere aggredita e bisogna continuare a giocare. La squadra nelle ultime gare ha fatto buoni risultati e anche contro il Brescia, eravamo in vantaggio, abbiamo preso gol allo scadere. Abbiamo perso punti per strada e su questo c’è da migliorare“.

Il mister torna sulla gara di Pescara e sugli eventuali strascichi: “Siamo sereni, abbiamo metabolizzato la gara di Pescara. La squadra ha mantenuto inalterato il suo assetto fino all’85’, volevo giocare dando una mano a Maggio con Maselli e Paganini sull’esterno e inserendo centimetri con Tachtsidis. L’episodio nasce da un calcio d’angolo dove Paganini ha fatto una grande diagonale difensiva come quinto uomo. Da lì, nasce la punizione. Nel secondo tempo non abbiamo avuto quella incisività e quella voglia per segnare un altro gol“. Viste le partite ravvicinate, ci sarà qualche cambio nell’undici titolare: “Faremo qualche rotazione domani. Stiamo allargando il campo dei titolari per avere più scelte e crescere anche nella qualità della squadra. È normale che quando ci sono partite ravvicinate, è necessario attingere da tutta la rosa. La squadra ha sempre dimostrato di avere equilibrio mentale, reagire e stare dentro le difficoltà. Dispiace perchè perdere la vittoria al 90′, non è facile. Dobbiamo andare oltre e avere una grande capacità di analisi per affrontare al meglio la partita successiva“.

Il Lecce non riesce a costruire contro squadre chiuse, fatica a trovare spazi: “Siamo il secondo migliore attacco, quando gli avversari sono chiusi non è semplice affondare. Nel secondo tempo di Pescara abbiamo fatto meno bene, però, abbiamo avuto due o tre occasioni per segnare il secondo gol. Dobbiamo essere più incisivi nella qualità delle scelte e nella velocità di manovra. Quando si gioca contro squadre chiuse, c’è bisogno di maggiore velocità nella gestione della palla“. Il mister si è soffermato anche su Stepinski e sul reintegro di Mancosu e Tachthsidis: “Non c’è un caso Stepinski, ha fatto un ottimo campionato fin qui. Lo continuo a considerare da qui alla fine. In questa fase, paga qualche scelta tecnica diversa in termini di assetto ma come dico sempre ai miei ragazzi, attraverso il lavoro si creano le possibilità per scendere in campo. L’occasione arriva per tutti. I giocatori sono tutti importanti, chi ha avuto un percorso di esperienza ancora di più. Mancosu ha recuperato del tutto, è pronto e domani potrebbe partire dall’inizio. Tachtisdis sta migliorando quotidianamente e sarà un giocatore molto utile“.

Infine, un commento sull’Entella e sulle qualità dei liguri: “Le insidie dell”Entella sono racchiuse nelle caratteristiche di squadra rapida e tecnica, brava sulle palle inattive. Sono molto pericolosi perchè, potenzialmente, possono sempre farti gol. Dobbiamo essere incisivi in zona gol e rimanere compatti in fase difensiva per poi diventare pericolosi una volta entrati in possesso palla“.