Lo scontro diretto tra Lecce e Brescia termina 1 a 1: al gol capolavoro di Strefezza risponde Bisoli

0
65

Lecce – Lo scontro diretto del Via del Mare termina 1 a 1. Succede tutto nel primo tempo, prima il gol straordinario di Strefezza poi il rigore parato di Plizzari ed il successivo tap-in di Bisoli.

Mister Baroni deve fare i conti con le tantissime assenze. In porta c’è Plizzari, torna Dermaku al centro della difesa. Si rivede Bjorkengren a centrocampo. In attacco, il trio composto da Strefezza-Coda-Rodriguez.

I giallorossi partono forte costringendo il Brescia ad arroccarsi nella propria metà campo. Al 14’, però, i lombardi avanzano con un’ottima incursione di Sabelli, bravo Lucioni a chiudere in angolo. Al 19’, arriva il vantaggio del Lecce con un gol stupendo di Gabriel Strefezza. Il fantasista brasiliano porta palla a partire dalla destra, entra verso il centro e dai venticinque metri fa partire un missile di sinistro che si infila all’incrocio dei pali. Al 24’, arriva il primo tiro verso la porta del Brescia, Pajac da lontanissimo non fa paura a Plizzari. Al 28’, l’arbitro concede il calcio di rigore al Brescia per un fallo di Plizzari su Leris. In effetti, il portiere giallorosso ha preso una decisione errata uscendo lì dove non doveva. Sul calcio di rigore, Plizzari para su Pajac, sulla ribattuta arriva Bisoli che da due passi non sbaglia. Il risultato torna in pareggio. Al 39’, Strefezza torna al tiro, in questo caso senza la pressione avversaria, che finisce ben distante dalla porta. Al 47’, nel secondo minuto di recupero, Coda va al tiro di controbalzo, Joronen compie un intervento super e si rifugia in angolo.  L’arbitro fischia la fine del primo tempo.

Mister Baroni, all’inizio del secondo tempo, cambia Helgason con Gargiulo. Al 52’, Tramoni, dopo aver saltato Calabresi, calcia verso la porta, il tiro finisce alto sopra la traversa. Al 56’, le rondinelle si buttano in contropiede nella metà campo giallorossa, Tramoni riceve da Bertagnoli, arrivato vicino al portiere, tira, Plizzari è bravo a respingere. Al 63’, sugli sviluppi da calcio d’angolo, si crea una mischia in area piccola, Gargiulo cerca di girarsi, va al tiro da terra, la palla esce di poco. Al 73’, buon cross in area, arriva Rodriguez che serve per Coda, poco reattivo ad indirizzare con forza in rete. All’84’. Strefezza, dopo aver saltato l’upmo, tira forte verso la porta, Joronen intercetta il pallone prima di Listkwoski. All’88’, il Lecce sfiora il vantaggio con il colpo di testa di Simic che finisce, di poco, sopra la traversa. All’89’, Coda riceve a ridosso della trequarti, serve per Strefezza che tira verso la porta, la palla sfiora il palo destro.

L’arbitro Fabbri concede cinque minuti di recupero. Al 91’, Proia, tutto solo in area, tira al volo sopra la traversa. I minuti successivi non registrano altre emozioni. Lo scontro diretto si conclude in pareggio, tutto sommato, giusto. Il Lecce è partito aggressivo giocando un buon primo tempo. L’inesperienza di Plizzari ha pagato anche perchè un episodio, in un partita del genere, può essere determinante. I giallorossi continuano il loro percorso, ad oggi, in vetta alla classifica in attesa di Pisa-Cremonese.

Avvocato e, in passato, anche conduttore radiofonico. Ama il calcio e la sua squadra del cuore: il Lecce. Ha già svolto, negli ultimi due anni, la corrispondenza sportiva per alcune testate giornalistiche online.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGuagnano scende in piazza per la Pace
Next articleRiflessi nell’anima – Domenica, 13 marzo 2022, 2^ di Quaresima [VIDEO]