La vigilia di Napoli-Lecce, mister Baroni: “Sarà una partita di concentrazione, valuterò chi partirà titolare”

0
74

Lecce – Alla vigilia della sfida del San Paolo contro il Napoli, mister Baroni ha parlato alla stampa. Visti gli impegni ravvicinati, ci potrebbero essere dei cambiamenti tra i titolari: “C’è qualche avvicendamento e dobbiamo verificare ancora qualcosa. Dobbiamo sempre spendere tantissimo e l’incontro ravvicinato ci porta a prestare attenzione sulle condizioni dei ragazzi. Ci potrebbe essere qualche variazione. Andiamo a giocare in uno stadio incredibile contro un avversario che non ha niente di meno rispetto alle grandi. Ha un attacco pazzesco. Ci sono le  premesse per andare a fare una partita di grande concentrazione. Non dobbiamo sbagliare niente”. Il mister torna sulla partita contro l’Empoli: “Con i ragazzi abbiamo parlato degli errori commessi. Ci sono state delle ingenuità di posizionamento. La palla si può perdere ma queste disattenzioni devono essere evitate. Riguardando la partita, ci sono molte più cose positive che negative. Loro sono stati bravi a tirarci dietro per poi fare giocate in verticale. Abbiamo concesso poco o niente e siamo stati bravi a colpire. Sappiamo che dobbiamo fare sempre di più sulla rifinitura, sul cross e sull’attacco alla porta. Abbiamo gestito benissimo la transizione sul gol ma dobbiamo essere bravi anche ad aggredire le squadre che giocano sotto palla”.

I giovani sono l’arma in più del Lecce: “Far giocare i giovani è il diktat. Il pensiero di far giocare i ragazzi deve essere cardine. In altre squadre in Europa, i giovani giocano in Champions. Siamo in Serie A, vedi Gonzalez, basta fare fiducia, togliere pressioni e farli divertire. Ovvio che non dobbiamo partire con il preconcetto che i giovani non siano pronti. Il nostro agire è comune anche in società”. Uno degli ultimi arrivati in difesa è Pongracic. Il mister analizza la sua partita contro d’esordio contro l’Empoli: “Ha fatto un’ottima partita. Era molto tempo che non giocava. È stato messo ai margini, si allenava da solo. L’ho visto bene. Sto valutando le situazioni e non faccio pretattica. Devo capire chi ha recuperato dopo due giorni e chi sta facendo qualche fatica. Abbiamo 5 cambi e in queste partite dobbiamo sfruttarle ancora di più. Baschirotto è concentrato e attento durante la settimana e sulla preparazione della partita. Ha una fame di lavoro e lì come centrale ha fatto molto bene. Non so se in futuro giocherà a destra. Questo nel calcio succede, pensate a Chiellini a Livorno. Lo abbiamo scelto perché abbiamo visto un giocatore acceso e sta dimostrando che può fare bene partita dopo partita”.

Il mister parla della sua esperienza come giocatore in quel di Napoli: “Ho vissuto il momento migliore della mia carriera. Ho giocato con dei campioni che mi hanno fatto sentire un campione. La città ha una grande passione per il calcio. Domani ci torno da avversario e domani ai ragazzi ho detto che dobbiamo andare con onore per fare la nostra partita”. Sulle ingenuità nella precedente partita: “Abbiamo terzini molto giovani e a volte la voglia di essere produttivi ed efficienti in fase offensiva ci porta ad essere larghi. Avevamo due tre situazioni in cui abbiamo scoperto i centrali difensivi, in quel caso i terzini devono compensare. Contro squadre così, almeno uno dei due terzini deve stringere. Nell’occasione del gol, palla persa e un lato era scoperto perché il terzino era salito per supportare l’azione offensiva. Dobbiamo migliorare sotto questi aspetti. Pezzella è arrivato in condizioni così e così. In questo momento, magari, ha un tempo e con la testa potrebbe tirare un po’ di più”.

Infine, un commento sul mercato: “Faccio il mio ruolo e mi concentro su questo, il resto mi porta via energia. C’è fiducia, bisogna solo continuare a lavorare”.