Il Lecce è primo in classifica: Vicenza battuto con i gol di Listkowski e Coda, ma che finale!

0
58

Lecce – I giallorossi conquistano la vetta della classifica vincendo 2 a 1 contro il Vicenza. I gol del Lecce arrivano nel primo tempo. Prima con Listkowski su assist di Coda e poi l’Hispanico, finalmente in rete, a secco da ben due mesi.

L’occasione è ghiotta. Il primo posto in classifica, a questo punto, è a due passi. Mister Baroni decide di far rifiatare la squadra con delle rotazioni oculate. Calabresi e Barreca si riprendono le fasce. A centrocampo, occasione per Bjorkengren. Interessante l’inserimento di Listkowski dal primo munito sull’esterno sinistro.

I primi minuti di gioco sono dettatati da una vera e propria lotta metà campo. Entrambe le compagini non si risparmiamo e rispondono colpo su colpo. Il primo tiro verso la porta arriva al 21’. Strefezza si gira in un fazzoletto e calcia verso la porta, la palla viene deviata in angolo dopo una ribattuta del difensore biancorosso.

Al 28’, dopo il primo vero affondo giallorosso, arriva il gol. Coda disegna un assist intelligente e al bacio, tocco d’esterno e si apre una prateria, Listkowski, solo davanti al portiere, apre il piattone e non sbaglia. Al 31’, il Lecce ha davanti l’occasione per il due a zero. Coda sbaglia un gol incredibile, a due passi dalla porta, tra l’altro, vuota. Strefezza sventola sul lato di Listkowski, il lituano stoppa a seguire, tiene di fisico l’avversario, mette in mezzo per Coda che sbaglia incredibilmente.

Al 33’, il Vicenza si fa rivedere in attacco con una bella punizione a giro di Giacomelli, il pallone esce di poco alto. Al 38’, arriva finalmente il gol di bomber Coda. Punizione da sinistra, cross di Strefezza e Coda, prima va di testa ed incrocia il palo, dopo, intercetta il pallone e ribatte in rete. Il Lecce sul finire del primo tempo è già 2 a 0. Non succede nulla più, il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi.

Il secondo tempo inizia con il Lecce del primo tempo. Al 48’, bella percussione di Calabresi e buon tiro che si spegne alla destra di Grandi. Al 55’, Hjulmand ci prova con un tiro di prima intenzione, il pallone finisce poco alto sopra la traversa. Qualche minuto più tardi, Bjorkengren ha l’occasione del 3 a 0. Solito cross di Strefezza dalla fascia destra e Bjorkengren pronto a ricevere di testa, la palla però è centrale e facile preda del portiere vicentino. Al 67’, Bjorkengren è bravo e reattivo a ricevere sull’esterno dell’area di rigore, palla in mezzo e Coda, di testa, mette fuori a lato.

Al 72’, sulla battuta di Majer da calcio d’angolo, Lucioni è bravissimo nella torsione, colpisce di testa e mette in seria difficoltà Grandi che deve rifugiarsi in angolo. Dopo un possesso palla continuo dei giallorossi, alla prima distrazione il Vicenza non spreca. All’88, Meggiorini spizza di testa, Da Cruz mette a terra e restituisce, l’ex Chievo, solo davanti a Gabriel, non sbaglia. I giallorossi devono contenere l’onda biancorossa. L’arbitro assegna tre minuti di recupero e saranno infuocati.

I giallorossi tengono e non si fanno trasportare dagli animi accesi del finale di gara. Ora, i ragazzi di mister Baroni sono primi in classifica in solitaria, a seguire c’è il Pisa che dista un punto. Questa formazione ha raggiunto il vertice ed una maturità da grande squadra. Sarà necessario lottare partita dopo partita per difendere la porta per il paradiso.