Uross, un caleidoscopio di contaminazioni musicali al New Sounds Music Contest

0
257

UrossNovoli (Le) – Quarto appuntamento con le selezioni del New Sounds Music Contest. Anche questa settimana, giovedì 19 novembre, tre band si esibiranno sul palco dell’Area 51 di Novoli (Le), per provare a vincere il premio in palio, l’apertura sul palco del Focara Festival del prossimo gennaio. Il contest, organizzato dall’etichetta discografica TFKL Records, è aperto a band di musica inedita, tra cui ci sono gli Uross, dal nome dell’ideatore del progetto che si avvale della collaborazione di musicisti e amici.

Paise Miu, media partner dell’evento, ha intervistato proprio Uross per sapere qualcosa in più del suo percorso artistico.

Come nasce il progetto Uross?
Uross è il progetto musicale di un singolo, che con il disco pubblicato il prossimo 27 novembre in distribuzione nazionale Audioglobe, raggiunge la terza produzione ufficiale.

La band è stata ricostituita alcuni mesi fa in prospettiva di promuovere live il nuovo disco insieme a tracce dei due lavori precedenti. Andrea e Marco già suonavano con me da tempo, inoltre Andrea è anche il tecnico-fonico dietro a tutti i lavori in studio. Vito è il giovane del gruppo, che pur essendo chitarrista si è adeguato al progetto imbracciando il basso.

Quali sono le vostre influenze musicali, a cosa o a chi vi ispirate per fare musica?
Le influenze musicali sono varie, dai Led Zeppelin ai Beatles, da Tom Waits a Lou Reed. Nonostante le nostre canzoni siano in italiano, ascoltiamo davvero poca musica italiana, tranne Rino Gaetano, il primo Lucio Dalla e De Andrè.

Quali brani presenterete sul palco dell’Area 51?
La nostra scaletta standard è composta da 19 brani, che per forza di cose non potremo eseguire all’Area 51 avendo a disposizione 30 minuti. Sarà un set di 5/6 brani scelti per l’occasione, e salvo cambiamenti dell’ultimo minuto dovrebbero essere: Cane Vagabondo, Giallo, L’urlo, Al mio funerale, Sciarrabball, Godot.

Elencateci cinque brani che hanno segnato le vostre vite
Per me (Uross): Space Oddity di David Bowie, Ballad of a thin man di Bob Dylan, Sunday bloody sunday degli U2, Com’è profondo il mare di Lucio Dalla, A day in the life dei Beatles. Però non vale, 5 sono davvero poche!

Perché dovreste passare il turno e arrivare alle semifinali del New Sounds Music Contest?
Non essendo un colloquio di lavoro, ma un contest musicale, non vorrei convincere nessuno a parole. Preferirei semplicemente che fosse convincente il live con cui esprimeremo la nostra attitudine musicale manifestata in una situazione dal vivo.

New Sound Music Contest 2a Edizione

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleDistretto culturale tra primati e competitività
Next articleFutsal Lecce torna alla vittoria. Partita emozionante e direttore di gara protagonista