New Sounds Music Contest: Paise Miu presenta i Blumia e la loro musica indipendente

0
347

BlumiaNovoli (Le) – Manca poco alla quarta serata di selezione del New Sounds Music Contest, concorso musicale per band di musica inedita organizzato e promosso da TFKL Records. Il terzo gruppo che si esibirà giovedì 19 novembre sul palco dell’Area 51 di Novoli sono i Blumia, che proveranno a conquistare un posto in semifinale per giocarsi l’esibizione sul palco del Focara Festival, il prossimo gennaio. Noi di Paise Miu, media partner dell’evento, li abbiamo incontrati e intervistati.

Come vi siete conosciuti e da quanto tempo suonate insieme?
I Blumia sono Azzurra Buccoliero – Voce, Sax, Armonica, Cristiano Meleleo – Batteria, Cori, Programming, Piano, Synth, Chitarra. Ci siamo conosciuti per caso girovagando nell’oceano dei musicisti perduti, da marzo dell’anno scorso. In seguito si è iniziato a lavorare sugli arrangiamenti dei pezzi che componevo insieme a Cristiano e si è creata la giusta sinergia e il giusto ritmo per lavorare insieme seriamente.

A cosa o a chi vi ispirate per fare musica?
I nostri miti ispiratori sono tanti e variegati: Janis Joplin, Joni Mitchell, Yeah Yeah Yeahs, Bjork, Patty Smith, Pj Harvey, Radiohead, Muse, White Lies, Ladytron, Grandaddy, Ryan Adams.

Quali brani presenterete sul palco dell’Area 51?
I walk in the wind, Grey, Adolf Hipster, Dreaming, Il sangue di Lola, Strumental improvvisation

Elencateci cinque brani che hanno segnato le vostre vite
Maybe (Janis Joplin), Weird fisches (Radiohead), Teardrop (Massive attack), New born (Muse)

Perché dovreste passare il turno e arrivare alle semifinali del New Sounds Music Contest?
Perché crediamo nella musica indipendente nel sudore del lavoro collettivo e perché ci crediamo. Il che non guasta!

New Sound Music Contest 2a Edizione

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNardò apre le porta alla musica jazz e presenta il suo giovane musicista
Next articleA Porto Cesareo la prima edizione di ” Castagne in festa”