Novoli, nelle mani di Fratelli d’Italia l’agenda politico-amministrativa. Giovanni De Luca coadiuva Sindaco e Giunta per fare sintesi nel mandato amministrativo

0
714

De Luca G.Novoli (Le) – Si mette finalmente un punto fermo al confronto nella maggioranza di governo in piazza Aldo Moro. In considerazione della prossima scadenza del mandato elettorale, il sindaco di Novoli, Oscar Marzo Vetrugno, ha ravvisato la necessità di avviare un’azione di monitoraggio sulle attività amministrative riguardanti le linee programmatiche di mandato, al fine di assicurare il raggiungimento degli obiettivi previsti. Ha così deciso di affidare al consigliere Giovanni De Luca, esponente di Fratelli d’Italia – AN, il compito di attivarsi per coordinare il lavoro degli assessori, affinché si porti a compimento la programmazione del lavoro previsto da ogni singolo componente la Giunta a Palazzo di Città e si creino i presupposti per un dialogo costruttivo e risolutivo fra le diverse componenti e la cittadinanza.

Tale risoluzione giunge a compimento di un lungo e, diremmo, travagliato percorso fra le diverse anime politiche che oggi amministrano il paese, anche all’indomani dei nuovi assetti costituitisi nella maggioranza: la formazione del gruppo di Forza Italia, dell’UDC, del Nuovo Centro Destra e di Fratelli d’Italia-AN.

Una compagine ben distinta nella sua vocazione e nel suo ruolo ma che necessitava di un dialogo più aperto e senza infingimenti di sorta. Anche in considerazione dei malumori più e più volte resi noti dallo stesso Giovanni De Luca in ordine all’operato ed ai frutti dell’azione amministrativa nell’ultimo semestre.

Nulla quaestio sulla volontà di arrivare compatti al termine del mandato, previsto nell’aprile 2015. Il problema però si è posto allorquando è stata palesata la netta inversione di rotta del gruppo Fratelli d’Italia-AN e sono state poste, all’attenzione di tutte le parti in causa, ragioni di metodo e di merito che non potevano rendersi avulse dall’auspicato e sereno prosieguo della collaborazione, qualora non fossero state preventivamente chiarite.

Per fare un esempio: la Casa Municipale è la casa di tutti. A tutti, indistintamente, dovrebbe essere consentito l’accesso. Ovviamente preesistendo tutte le condizioni perché ciò avvenga nella forma più naturale possibile. Da qui l’esigenza di riorganizzare l’allogazione degli uffici aperti al pubblico (protocollo in primis, oggi “parcheggiato” nell’aula consiliare, al primo piano, quando invece sarebbe potuto essere operativo al piano terra, in piazza Aldo Moro, lì dove un tempo risiedeva l’URP e, prima ancora, la locale Polizia Municipale).

Ma non solo.

Massima priorità all’approvazione del bilancio di previsione 2014 e pluriennale 2014/16 così da avere mano libera nei tre settori fondamentali: Servizi Sociali e Scuola ( fra cui la conclusione dell’iter procedurale per l’efficientamento qualitativo del servizio mensa scolastica), rimodulazione della pianta organica del personale dipendente (con particolare attenzione alla riorganizzazione degli uffici, dei servizi e del personale con l’inserimento del Nucleo Tecnico di Valutazione),  screening dello stato dell’arte inerente alle ristrutturazioni degli immobili di proprietà del Comune oltre ad efficaci interventi nell’ambito delle politiche del commercio, agricoltura ed artigianato.

Di tutto questo, e di molto altro ancora si farà carico Giovanni De Luca (già delegato al randagismo sia a Novoli che nell’ambito dell’Unione dei Comuni del Nord Salento) che, al momento non rilascia alcuna dichiarazione fatto salvo il riconoscimento della capacità di sintesi e mediazione riconosciuta dallo stesso al primo cittadino, Oscar Marzo Vetrugno.

{loadposition addthis}