Novoli, il “picconatore” Giovanni De Luca rompe con la maggioranza?

0
639

giovanni de lucaNovoli (Le) La preparazione delle prossime amministrative, nell’area di centrodestra continua a navigare in acque procellose. Facendo seguito alla richiesta di un urgente incontro formulata dal consigliere Giovanni De Luca nella sua qualità di segretario cittadino di Fratelli d’Italia, le forze che compongono l’attuale maggioranza sono state tutte puntualmente interpellate ed ascoltate con risultati poco soddisfacenti secondo quanto dichiarato dallo stesso segretario cittadino del partito fondato dal triunvirato Meloni, Crosetto, La Russa:

Si chiudono le consultazioni bilaterali avute con gli altri partiti della coalizione e le nostre convinzioni si rafforzano: per una parte di Forza Italia non c’è volontà di aprirsi al confronto pubblico perché … troppo presto. Può mai essere troppo presto, per dei chiarimenti nei confronti  di chi, come noi, chiede dialogo essendo una forza politica con una storia seppur giovane alle spalle e che sostiene l’amministrazione? Il nostro senso di responsabilità non può soggiacere alla logica dei numeri in base alla quale Forza Italia, ritenendo di essere auto sufficiente in vista della  competizione elettorale, adotta a volte comportamenti arroganti e poco gratificanti. Ora però basta! Sindaco e Vice Sindaco ci hanno sempre tenuto nella massima considerazione, anche se la Destra di Fratelli d’Italia è stata rappresentata in questa esperienza da una sola modesta presenza. Noi, con senso di responsabilità e per il bene di Novoli, abbiamo adottato un comportamento serio e responsabile e questo è riconosciuto da tutti i novolesi. Che Forza Italia, dopo 9 anni e mezzo di mandato, non abbia  le idee chiare non ci meraviglia,  ce ne accorgemmo quando nacque il super gruppone forzista più di un anno fa. La somma di tutti i firmatari di quel documento portò paradossalmente ad un indebolimento degli stessi. I rapporti si irrigidirono quando ci sembrò più che legittimo avanzare delle proposte procedurali alla ricerca dell’unità e di processi amministrativi che rimettessero al centro la ‘Politica’ e chiedemmo un riequilibrio  trovando solo una blanda disponibilità del Sindaco. A Fratelli d’Italia, il rapporto di ‘separati in casa’ va sempre più stretto, non c’è stato nessun cenno di convinzione nel voler tentare di ricomporre l’incomprensione e questo è l’unico vero dispiacere. Da qui scaturisce che per Fratelli d’Italia il confronto democratico e la partecipazione alla vita politica e soprattutto amministrativa è fondamentale per votare atti deliberativi che richiamano ad una forte responsabilità. Non hanno trovato conferme nemmeno le indiscrezioni giornalistiche che facevano riferimento ad una convergenza della maggioranza sull’ottimo Tonio Roma come possibile candidato alla carica di Sindaco, seppur non coinvolti nei criteri di individuazione del candidato, tale discussione sarebbe potuta essere una base sulla quale aprire il confronto, invece persino questa voce non è stata ufficialmente  smentita da Forza Italia. Per i Consiglieri di maggioranza, la continuità deve essere la logica prosecuzione del cammino di questi anni, gli assessori della Giunta Marzo Vetrugno sono dello stesso avviso? Il problema è legato proprio alla loro futura riconferma? Oppure Forza Italia ha deciso di chiudere al dialogo con noi per trovare una propria quadra solo al suo interno, in considerazione del taglio imposto dalla Legge sui consiglieri e che nel numero previsto di dieci, dovranno essere comprese anche rappresentanze femminili?”

I toni usati dal consigliere De Luca non sono permeati di spirito natalizio, ma inducono i compagni di viaggio ad una seria riflessione sulla strategia da adottare in vista delle elezioni. La sensazione è che il bello deve ancora venire.

{loadposition addthis}