Novoli, Gianmaria Greco: “Prosegue la battaglia contro il degrado ambientale”

0
531

Novoli (Le) – Con la deliberazione n. 231 del 20.12.2012 avente per oggetto “Realizzazione impianti di videosorveglianza” la Giunta Comunale ha dato indirizzo al responsabile U.T.C. di predisporre gli atti necessari per realizzare una rete telematica ed un sistema di videosorveglianza per contrastare l’abbandono di rifiuti nelle zone periferiche del paese, in particolare nelle strade vicinali e nei siti sensibili, in particolare in via Vecchia Napoli, zona di abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere.

 COMUNICATO ASSESSORE GIANMARIA GRECO

 «Prosegue la battaglia contro il degrado ambientale. Dopo aver acquisito lo studio di fattibilità dei siti inquinati presenti sul territorio novolese, abbiamo sviluppato una serie di sopralluoghi per verificare la soluzione migliore da intraprendere e l’entità dell’investimento cui sarà necessario far fronte.

La mappa delle zone soggette alla videosorveglianza ambientale è stata stilata, quindi abbiamo provveduto a pianificare l’impegno finanziario sul bilancio comunale, consapevoli, tuttavia, che sarà indispensabile contare anche su risorse che Regione e Provincia decideranno di mettere a disposizione.

Nella fattispecie, gli interventi riguardano la via Vecchia Napoli, zona da sempre considerata “sensibile” al problema delle discariche abusive di rifiuti. In particolare a ridosso della zona di proprietà di AQP vicino ad una residenza per anziani.

Questa parte di territorio, considerata strategica per l’abbandono indiscriminato di rifiuti a cielo aperto, è stata dotata di un sistema di videosorveglianza capace di controllare ampie aree di riferimento.

L’installazione di videocamere ad alta definizione comporterà uno strumento importante per combattere il degrado ambientale ed impedire il proliferarsi di siti inquinati.

Le telecamere saranno wireless e collegate con un centro operativo dislocato presso il Comando di Polizia Municipale, dove le immagini verranno registrate.

Il servizio di videosorveglianza fungerà da deterrente per eventuali reati ambientali e ci permetterà l’identificazione di eventuali trasgressori. E’ intollerabile che alcune zone del paese diventino vere e proprie discariche per colpa di persone che molto probabilmente non sono neppure di Novoli, ma che si prendono il disturbo di venire a sporcare nel nostro paese

Chi viola le norme di igiene urbana, al di là dei risvolti di natura penale, deve essere sanzionato senza indulgenza

Siamo convinti che i benefici derivanti dall’utilizzo delle tecnologie a supporto delle attività preventive e repressive delle forze d’ordine sul territorio saranno determinanti nella nostra battaglia quotidiana contro il degrado.

La nuova struttura tecnologica, che verrà installata dovrà garantire la repressione degli illeciti ambientali, la salvaguardia del territorio e consentire un abbattimento dei costi di pulizia e manutenzione dei siti oggetto di discariche abusive.

Verranno anche installati dei cartelli specifici per informare la cittadinanza in funzione deterrente. Ricordiamo che lo scarico abusivo di rifiuti comporta una sanzione onerosa secondo quanto stabilito dal “Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti solidi urbani”.

Nei prossimi giorni provvederemo a disciplinare l’uso del sistema di videosorveglianza e regolare le attività ad esso connesse, in particolare con l’ausilio della locale stazione dei Carabinieri ed il Comando di Polizia Municipale, ai quali spetta l’individuazione degli autori degli illeciti.

Gli impianti di videosorveglianza che verranno installati si configurano come presidi socio – tecnologici di pubblica utilità sul territorio che avranno come obiettivo principale di migliorare la qualità e la fruizione dei servizi pubblici collettivi. Oltre che fornire un importante ritorno d’immagine utile alla riqualificazione e promozione del territorio». 

Gianmaria Greco (Vicesindaco – Assessore Ambiente)

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleXI Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile
Next articleEppur si muove … Una storia a lieto fine