Una vita nell’Opera: “Maria De Buenos Aires” l’8 settembre al Teatro Schipa di Gallipoli

0
121

Gallipoli (Le) – Debutta in Prima Nazionale il prossimo 8 settembre al Teatro Schipa di Gallipoli, l’Opera-Tango Maria de Buenos Aires.

Horacio Ferrer traccia una storia straordinaria che si identifica al meglio nello stile musicale del grande Astor Piazzolla.

Uno spettacolo unico, innovativo, intriso, di quella magica atmosfera di passione, sensualità, inquietudine tipica della tradizione musicale argentina. La prima rappresentazione al Teatro Colon nel 1968 non ebbe grande successo, ma in Italia fu un’opera baciata dalla fortuna quando lo stesso Piazzolla ne affidò l’interpretazione alla voce dell’insuperabile Milva a cui l’opera è dedicata. Una storia dolce e tragica, ambientata nei sobborghi di una malinconica Buenos Aires, Maria è una prostituta bella e dannata che insegue la sua libertà nella Musica, nel Tango.

Yo soy Maria, canto un tango che nessuno ha mai cantato e sogno un sogno che nessuno ha mai sognato…
La storia di Maria De Buenos Aires, è nata in un giorno in cui dio era ubriaco, è una passione scritta nell’accordion che le ha rubato l’anima, e che inesorabilmente la condanna, come una maledizione divina, a morire ogni mattina per risorgere all’alba.

Il suo desiderio si alimenta nel suono del bandoneon, per l’ occasione un accordion, simbolo del peccato; Maria è stregata dalla musica, quel suono ammaliante libera nell’aria il voluttuoso incedere dei sensi.

Impossibile resistere al suo fascino di madre, di donna, imprigionata per sempre nel suo stesso dolore che, maledetta, umiliata, violentata dalla vita, si trascina tutto il peso dell’umanità fino alla morte in un vorticoso destino senza fine.

Uno spettacolo visionario, onirico, dalla marcata simbologia cristiana che si identifica proprio con la figura profana di Maria, o con una nuova Carmen di Bizet; insomma una fiaba dolce-amara nel chiaro-scuro di un palcoscenico in cui si mescola Poesia, Musica, Danza, Teatro e in cui si vive la grande magia dell’Opera.

I protagonisti sono poliedrici artisti dall’esperienza internazionale: Lucia Conte nelle vesti di Maria de Buenos Aires e dell’Ombra di Maria, Vincenzo Maria Sarinelli in La Voz de un Payador, Porteño Gorrion con Sueño, Ladron Antiguo Mayor, Analisa Primero, Una voz de ese Domingo. A Salvatore Della Villa è affidata la regia dell’opera, oltre ad essere la voce narrante in El Duende.

La digital project art, a cura dell’artista italo-tedesco Ippazio Fracasso Baacke.

La compagine musicale alla conduzione dell’opera è l’Ensemble Terra del Sole formata da Enrico Tricarico, (pianoforte e direttore musicale), Alessandro Gazza (accordion), Armando Ciardo (violino), Elena Borlizzi (flauto), Giuseppe Pica (contrabbasso), Roberto Duma (percussioni).

La produzione dello spettacolo e la coreografia è affidata al corpo di ballo ed agli attori della Compagnia Il Musicante, Nadia Bucci, Elena Costa, Beatrice Tarantino.


Biglietti botteghino: Teatro Tito Schipa, Corso Roma 146, Gallipoli Biglietti online: www.ciaotickets.com prenotazioni@teatrotitoschipa.it
Info: +39 349 529 0975

Start ore 21.