“Se muore il sud” il nuovo libro di Sergio Rizzo: il 9 aprile a Tuglie l’incontro con l’autore

0
376

Se muore il sudTuglie (Le) – Giovedì 9 aprile, alle ore 20, presso il Centro Polifunzionale di Tuglie, il giornalista del Corriere della Sera Sergio Rizzo dialoga con Raffaele Fitto e Massimo Bray sul suo ultimo libro, scritto a quattro mani con Gian Antonio Stella, “Se muore il Sud” (Feltrinelli).

Interverranno, per i saluti introduttivi, Antonio Gabellone (Presidente della Provincia di Lecce), Massimo Stamerra (Sindaco di Tuglie) e Silvia Romano (Assessore alla Cultura di Tuglie). Modera Mario Carparelli (Salentosophia). 

L’incontro con Sergio Rizzo rientra nella rassegna “Metti una sera a Tuglie”, che vedrà alternarsi, fino a maggio, alcune delle eccellenze della cultura salentina ed italiana, tra cui il filosofo Nuccio Ordine (22 aprile), il cui bestseller Bompiani “L’utilità dell’inutile” è stato ormai tradotto in diciotto lingue, i musicisti Raffaele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Savoldelli per un omaggio ai Pink Floyd (12 aprile), e il noto speaker di Rtl 102.5 Fernando Proce (9 maggio).

La rassegna “Metti una sera a Tuglie” è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Tuglie – Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Provincia di Lecce e la collaborazione della Biblioteca Comunale di Tuglie e delle associazioni “Salentosophia” e “Amici della Biblioteca”.

La scheda del libro

Due giovani su tre affogano senza lavoro e la Regione Sicilia butta 15 milioni per 18 apprendisti fantasma. Ci sono treni che marciano a 14 km l’ora e i fondi Ue vanno a sagre, sale bingo e trattorie “da Ciccio”. Quattrocento miliardi di fondi pubblici speciali spesi in mezzo secolo e il divario col Nord è maggiore che nel dopoguerra. I vittimisti neoborbonici ce l’hanno con tutti a partire da Ulisse e intanto il Meridione si fa sorpassare anche dalla regione bulgara di Sofia. Figurano più braccianti disoccupati a Locri che in tutta la Lombardia ma i soldi vanno ai mafiosi che incassano contributi anche sui terreni confiscati. La Calabria ricava in un anno da tutti i suoi beni culturali 27.046 euro ma i Bronzi di Riace restano per anni sdraiati nell’androne del Consiglio regionale. La Sicilia è la regina del Mediterraneo con 5 siti Unesco ma le Baleari hanno 11 volte più turisti e 14 volte più voli charter. Undici miliardi buttati per l’emergenza rifiuti ma la Campania muore di cancro e a Bagnoli sono avvelenati anche i parchi giochi. Municipalizzate che non girano al fisco le tasse trattenute ai dipendenti ma si prendono il lusso di non sfruttare patrimoni immobiliari enormi. Alti lamenti sugli investimenti esteri ma a Messina una procedura fallimentare si chiude in media dopo 25 anni. Sovrintendenze cieche davanti alla devastazione delle coste e vincoli paesaggistici sul pitosforo di un giardino privato. Un’inchiesta serrata, appassionata, contundente. Con fatti, numeri, storie e aneddoti irresistibili, Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella denunciano una situazione insopportabile: senza fare sconti ai corsari politici e imprenditoriali del Nord, ma inchiodando alle sue responsabilità una classe politica ingorda e inconcludente che pare quasi non accorgersi che il Mezzogiorno rischia la catastrofe.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce, si incendia uno scooter dopo uno scontro in centro. Salvo il conducente
Next articleItinerari cinematografici tra storia, religione e comicità al Fondo Verri