Questa sera, Andrea Martina e Nandu Popu ospiti di TUGLIE INCONTRA 2013

0
470

11 settembre 2013, Giardini “B&B Residenza Mosco”, Via Cesare Battisti 7 – ore 20.30

Martina e PopuTuglie (Le) – Dopo il successo degli incontri letterari con il giornalista del Tg1 Fabio Zavattaro e del conduttore radiofonico e televisivo Federico Russo, fanno tappa per il Festival Nazionale del LibroTuglie Incontra”, la voce dei Sud Sound System NANDU POPU e il giovane scrittore ANDREA MARTINA.

Mercoledì 11 settembre, alle ore 20.30, presso i Giardini del “B&B Residenza Mosco”, in via Cesare Battisti 7, nei pressi del Mercato Coperto (in caso di maltempo la manifestazione si sposta direttamente nella Biblioteca Comunale di Tuglie), i due autori presentano rispettivamente “SALENTO FUOCO E FUMO” e “FRATELLI DI STRADA”. Ad incontrarli PAOLO PATICCHIO con i saluti iniziali di GIANPIERO PISANELLO, organizzatore del Festival.

NANDU POPU, nome d’arte di Fernando Blasi, è una delle voci e autore dei testi dei Sud Sound System, gruppo salentino tra i pionieri del raggamuffin italiano, che combina ritmi giamaicani e sonorità locali, l’uso del dialetto salentino e le ballate di pizzica e taranta. 

La musica, il mare e una banda di fanatici delle due ruote. Una sgangherata famiglia e uno sporco, sporchissimo affare di rifiuti tossici da districare: sono questi i contenuti del libro in cui il Salento è raccontato dalla voce storica dei Sud Sound System. 

ANDREA MARTINA, 22 anni, è uno studente di ingegneria gestionale all’Università di Padova. Amici per la pelle cresciuti in mezzo alla strada poiché entrambi figli di malavitosi, Oscar e “il Casanova” sono ormai figure di spicco della delinquenza locale, che fonda la sua esistenza sullo spaccio di droga e la riscossione del pizzo, e vivono con il desiderio di vendetta verso Romeo De Vecchi, il boss che uccise i loro padri. Nel momento in cui hanno questa possibilità, devono però scendere a patti con una realtà criminale molto più grande della loro. Sullo sfondo dell’incantevole provincia leccese, le connivenze tra organizzazioni di stampo mafioso e le istituzioni (politica, forze di polizia), l’entroterra umano dei protagonisti e il coraggio dell’informazione sono gli altri principali ingredienti di questa storia di ordinaria quotidianità che, con la sua narrazione incalzante e verosimile, ha il pregio di sensibilizzare il lettore verso una fra le maggiori problematiche della società contemporanea.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleUn silenzio che fa rumore
Next article11 Settembre e non solo: magari si potesse dimenticare!