Progetto Mediterraneo: cultura da riscoprire

0
270

progetto mediterraneoPorto Cesareo (Le) – Domani 30 Luglio 2014 alle ore 10.30,  presso il Museo di Biologia marina “Pietro Parenzan” di Porto Cesareo – via Vespucci n.13/17 , si darà il via ad una mostra di pittura riguardante la biologia marina a cura del liceo artistico “Ciardo Pellegrino” di Lecce. 

L’evento è legato al progetto “Mediterraneo cultura da riscoprire”  che intende promuovere il mare nostrum ripercorrendo epoche antiche, come quelle in cui era solcato da Messapi, Greci, Romani, fino a ricollegarsi  alle numerose imbarcazioni di popoli migranti che oggi affollano le nostre acque. Questo mare, diventato un filtro d’arte nel corso dei secoli, è stato scelto come percorso didattico allo scopo di far riscoprire agli alunni le sue vicende storiche e culturali. Proprio questi giovani artisti, grazie al loro estro creativo, hanno dato vita a opere artistiche riguardanti le specie marine del Mediterraneo, abbracciando anche l’idea di tutela e salvaguardia del paesaggio.

Docenti responsabili del progetto sono: Enzo De Giorgi, Paola Pascariello, Nicola Refolo e Carmelo Fiorentino Tau.

Durante la giornata interverranno illustri personaggi come: Ferdinando Boero –professore di Biologia Marina presso l’Università del Salento; Alberto Gennari – illustratore di specie marine in importanti riviste scientifiche; Anna Maria Miglietta –responsabile tecnico del Museo di Biologia Marina “Pietro Parenzan” e Antonio Rima – direttore sportivo, che ha proposto ai ragazzi di esporre le loro opere a Gallipoli in occasione del Campionato Mondiale Formula Winsurfing 2014.

La mostra è visitabile gratuitamente dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 all’interno del museo fondato nel 1966 dallo stesso Parenzan e diventato poi nel 1999 una sezione della facoltà di Biologia dell’Università del Salento.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleParte il Locomotive Jazz Festival e farà tappa a Novoli
Next articleLe marine leccesi verso una nuova vita?