Lecce, sarà il novolese Tonio Calabrese uno degli organisti che inaugurano l’organo della cattedrale appena restaurato

0
1443

Concerto d'organoLecce – Nell’aulica e barocca cornice della Cattedrale di Lecce, il grande organo monumentale tornerà finalmente a far ri-sentire il suo solenne suono sabato 17 maggio alle ore 20,30 nel corso del Concerto d’inaugurazione organizzato dall’Arcidiocesi di Lecce in collaborazione con il Conservatorio Musicale “Nino Rota” di Monopoli.

Sono stati, infatti, appena terminati i lavori di restauro e accordatura, realizzati dalla ditta Bevilacqua da Bugnara, in provincia di L’Aquila, sotto l’esperta supervisione del Maestro Domenico Tagliente, Collaboratore della Soprintendenza per il patrimonio Storico – Artistico di Puglia e titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica presso lo stesso Conservatorio Monopoli.

Lo strumento, ubicato nella cantoria disposta sul tamburo della porta di bronzo, fu costruito nel 1913 da Pacifico Inzoli ed inaugurato il 28 aprile dello stesso anno. In seguito ha subito diversi interventi di restauro: un primo negli anni cinquanta del XX secolo ad opera della ditta organaria Fratelli Ruffatti, che sostituirono la vecchia consolle; un secondo negli anni ottanta del XX secolo ad opera di Claudio Anselmi Tamburini; un altro intervento è stato attuato tra il 2000 e il 2001da parte degli eredi di Pacifico Inzoli.

Si tratta, dunque, di un organo a trasmissione elettrica, con 42 registri per un totale di 3205 canne; la consolle, indipendente, anch’essa disposta sulla cantoria, è composta da due manuali di 58 tasti ciascuno e da una pedaliera concavo-radiale di 30 note, con annesso display.

La parte frontale a vista è composta da canne di Principale con bocche a mitria disposte a palizzata ed intervallate da lesene lignee. Nelle proporzioni è identico a quello del Santuario di Loreto e quasi gareggia in qualità di suono con l’altro del Santuario di Pompei.

Il restauro del monumentale strumento è stato auspicato dall’Arcivescovo di Lecce, Mons. Domenico D’ambrosio, fin dal suo ingresso in diocesi nel luglio 2009.

Il concerto vedrà alternarsi sulla consolle gli allievi del Corso di Organo del suddetto Conservatorio Musicale, Fabio Paiano, Angela d’Amico e Antonio Calabrese, insieme ai maestri Graziano Semeraro, anch’egli docente della classe d’Organo e Composizione del Conservatorio di Monopoli, e Lorenzo Fragassi organista-collaboratore della ditta Bevilacqua. Il repertorio in programma prevede l’esecuzione di musiche di Bach, Boellmann, Buxtehude, Dubois, Eben, Mendelssohn e Widor. Introdurrà la serata il M° Domenico Tagliente.

{loadposition addthis}

Direttore Responsabile Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCampi Salentina, al via la 2^ Fiera dell’Alto Salento
Next articleVeglie, l’ira di Carmela “tra carte e lenzuola”