Il prossimo 29 giugno, il Salento arriva a Sarajevo

0
615

SarajevoTra le tante espressioni culturali ed artistiche che arricchiscono le giornate estive del nostro territorio, quella del Salento che arriva a Sarajevo, è tra le novità più belle ed importanti che la neo istituita associazione culturale salentina no profit “HELP ME“ ha promosso sul territorio.

Il 29 Giugno, solennità dei Santi Pietro e Paolo, in onore di S.S. Papa Francesco, proprio “Help me”,  su invito del Nunzio Apostolico di Bosnia ed Erzegovina, l’Arcivescovo Mons. Luigi PEZZUTO, fa risvegliare Giuseppe Verdi  al Teatro Nazionale di Sarajevo per regalare al successore di Pietro un concerto,  eseguito dal Gruppo del “Bel Canto”, magistralmente organizzato e diretto dal celebre Maestro Mario Cananà.

Il primo concerto promosso in onore di Papa Francesco è, dunque, tutto salentino.

Salentino è il Nunzio Apostolico di Bosnia ed Erzegovina residente a Sarajevo. Salentini sono i cantori; salentino è il loro maestro, già Direttore Artistico dell’Associazione Lirico Culturale “Il Bel Canto”, per la quale dirige una corale di  circa 50 artisti tra soprani, mezzosoprani, tenori, baritoni  e si esibisce con grande successo di critica e pubblico, in Italia ed all’estero, meritando la Bacchetta d’oro, nonché quattro medaglie d’oro alla carriera.

Salentini, come anzidetto, sono le quattro splendide voci soliste (2 tenori, 2 soprani) e il maestro al pianoforte, tutti professionisti di pregio che annoverano nel proprio curriculum, studi ed attività artistiche di alto livello nei teatri italiani ed esteri: Leonardo Gramegna (tenore), Lorella Tafuro (Soprano), Luisella De Pietro (Soprano), Giampiero Ruffino (tenore), Valerio De Giorgi (pianista), oltre alla preziosa collaborazione di Rosangela Giurgola, conduttrice della serata.

Help MeSalentina, infine, è la neonata Associazione Culturale no profit “HEP ME”, il cui impegno del suo Presidente, Rinaldo Sozzo, insieme ai più stretti collaboratori ed amici da sempre operativi nel sociale, è di perseguire finalità di carattere assistenziale, di beneficenza oltre che di tutela, promozione e valorizzazione dell’arte, della cultura, dell’ambiente e della ricerca scientifica, insieme all’organizzazione di manifestazioni ed eventi a scopo puramente benefico.

Il Concerto sarà trasmesso in diretta da Radio Maria (Bosnia) sulla frequenza di 103,3 Mhz, a partire dalle ore 20,00,  oppure seguito  tramite il sito web:  www.radiomarija.ba

{loadposition addthis}