I° Festival di Archeologia Sperimentale alla riserva naturale dello Stato Oasi Wwf “Le Cesine” (Le)

0
61

Archeologia FestivalLecce – La prima Edizione del Festival di Archeologia Sperimentale si terrà nella suggestiva Riserva Naturale dello Stato, Oasi WWF “Le Cesine” presso l’omonima Masseria nel cuore del Salento nei giorni 8, 9 e 10 agosto
L’archeologia sperimentale, intesa come strumento di conoscenza, divulgazione e divertimento, consente di far rivivere quell’illustre passato in cui affondano le nostre radici.

Sperimentare, osservare, ricreare, plasmare, condividere, ricostruire insieme il passato attraverso i gesti del quotidiano, sarà un modo alternativo per approfondire le proprie conoscenze. 
I partecipanti e visitatori avranno la possibilità di cimentarsi in quelle che erano le pratiche quotidiane per l’uomo in antichità. Saranno archeologi professionisti a dar vita, attraverso un serie di dimostrazioni pratiche e teoriche, ai vari laboratori.
Questi ultimi, congiuntamente all’allestimento di aree espositive e di proiezioni video, costituisco un programma ricco e di estremo interesse per le tre giornate dell’Archeofest.

I temi prescelti interessano la caccia, la raccolta, la pesca e anche l’alimentazione nel mondo antico, la tecnologia litica, le lavorazioni metallurgiche, la modellazione dell’argilla e le produzioni ceramiche, l’arte e gli ornamenti preistorici dalla pittura con l’ocra all’incisione dei ciottoli, dagli ornamenti in osso e conchiglie al paleo body painting. 

Ancora, la musica nella preistoria; la tessitura con l’impiego di fusi, fuseruole, aghi e telai; la navigazione nell’antichità, con imbarcazioni, cartografia e strumentazioni; il mare grande museo all’aperto, custode di relitti noti e perlopiù ignoti, ad ogni modo tutti da salvaguardare. I passi fondamentali del mestiere dell’archeologo: analisi e datazione di reperti e contesti archeologici, documentazione grafica e topografica di realtà archeologiche terrestri e subacquee. Tutela di un patrimonio storico archeologico avvicinandosi al quale sarà possibile volgere un nuovo sguardo verso il futuro. L’evento, promosso e organizzato da Paleoes, Associazione Culturale di Archeologia sperimentale e nuove tecnologie applicate ai Beni Culturali, in collaborazione dello staff della riserva e della cooperativa SEGES, vede il patrocinio del Museo delle Origini, Università di Roma “Sapienza”, Galea (Associazione Culturale per l’Archeologia Terrestre e Subacquea ), Centro Ricerche Scuola Sub Lago di Bolsena, oltre alla preziosa collaborazione di Overscreen Studio, Gruppo Ricerche Subacquee Argo di Venezia e Associazione Clodia di Chioggia che contribuiranno al progetto con la proiezione di video dedicati ai metodi di ricerca archeologica subacquea. L’Archeofest è stato sponsorizzato da Acheloos Geo Exploring, IFAP (International Francavilla Archaeological Project), Ny Carlsberg Gliptotek, Serendip (Associazione per la diffusione della cultura scientifica). 

Per info

+39.3396203329 / +39 3204182521 / info.paleoes@gmail.com 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl 3 Agosto a Casalabate i Lucio Live Cover Band: la storia di un “canto libero” che unisce.
Next articleAnche il gruppo CNGEI di Novoli alla route nazionale AGESCI