Il 3 Agosto a Casalabate i Lucio Live Cover Band: la storia di un “canto libero” che unisce.

0
1066

lucio 1Trepuzzi (Le) – Tutto ha inizio da un idolo di nome Lucio Battisti e da una precoce passione di “strimpellare” con uno strumento. Quando tutto questo, però, si tramuta nel coraggio di uscir fuori dalle quattro mura domestiche per fondare una band,  inizia un percorso fatto di vere e proprie emozioni. Sì, perché quando siamo andati ad incontrarli nel monolocale adibito a sala prove, cedutogli da un amico che a questo sogno non voleva tagliare le ali, quello che ci hanno trasmesso è stato proprio questo: passione, grinta, armonia. Loro sono i Lucio Live Cover Band, nascono a Trepuzzi (loro stesso paese natìo) e il loro esordio ufficiale risale a circa un anno fa, nonostante un precedente tentativo di due anni prima in occasione dell’anniversario della morte di Battisti. Ma questo per loro non fu motivo di scoraggiamento, anzi.

«In quel momento ci accorgemmo di quanto fosse realmente impegnativo suonare alla maniera di Battisti – spiega Maurizio Bonerba, principale cantante solista del gruppo – La peculiarità alla quale non avremmo mai voluto rinunciare era quella di riprodurre la sua musica senza arrangiamenti o il supporto della cosiddetta musica campionata. Curare la qualità,la sobrietà e la piacevolezza di una serata interessante e raffinata: era questo, e lo è tutt’oggi, il nostro principale obiettivo. Curare l’apparenza o imitare le movenze non è mai stato un nostro interesse, volendo rimanere fedeli soprattutto allo stile dello stesso Battisti». Maurizio, che nella vita è un imprenditore, racconta come sin da bambino la sua passione per la chitarra lo ha condotto gradualmente ad un amore spassionato verso Lucio, fino a quando furono in molti a riconoscergli un’evidente assonanza timbrica con l’artista. Il primo ad essere “contagiato” da questa passione non poteva che essere il suo fratellino, Antonio Bonerba ( chitarrista e seconda voce) il quale, inizialmente scettico verso il target di età che la cover band avrebbe potuto abbracciare, si è poi lasciato coinvolgere dall’energia e la voglia di fare del fratello. Così tutto è iniziato per gioco, raccontano, fino a quando la voglia di provare, di migliorarsi, di pretendere sempre di più, ha incrementato le loro ambizioni. Così, un paio di chiamate a qualche amico, una sala prove, una serata alla settimana ritagliata tra gli impegni quotidiani, e l’avventura ha inizio. Francesco Caretto, chitarrista ma anche solista e seconda voce della band,fu il primo a sostenere l’idea della fondazione del gruppo che, ad oggi, completa la sua formazione con: il tastierista nonché seconda voce Antonio Gidiuli, il figlio Gianluigi Gidiuli in veste di seconda tastiera, corista, seconda vocee responsabile dell’arrangiamento melodico dei brani (oltre che laureato in conservatorio nel corso di pianoforte), il fratello Mimino Gidiuli, bassista nonché ex membro di un altro storico gruppo musicale di Trepuzzi. Infine, ultimi ma non ultimi, non possono mancare all’appello i due giovanissimi del gruppo: il batterista nonché l’addetto all’arrangiamento ritmico Tiziano Tafuro e il chitarrista solista Salvatore Pezzuto, disposto ad accantonare la sua originale passione per rock e metal pur di far parte del gruppo.lucio 2 Un Battisti immortale che fonde in un unico abbraccio e annulla diversità di età, di preparazione, di stili e gusti musicali. Il tutto in un gruppo in cui vige, e ce lo raccontano con serenità e un pizzico di orgoglio, un clima di assoluta armonia e collaborazione. Nessuna competizione e nessuna rivalità: per questo genere di cose nella loro band non c’è spazio, così come non c’è stato per chi era scettico o semplicemente più interessato a primeggiare a discapito della buona riuscita finale. Sorridono e si definiscono “compagni di merenda”, sebbene le loro siano sempre serate a base di spartiti e sogni. Qualche “incidente di percorso” o impedimento burocratico c’ è stato, ci spiegano, ma dimenticarsi di questi ostacoli è facile quando poi tornano alla mente quelle immagini del 13 Luglio 2013, della loro prima uscita e di quel lungo sospiro di sollievo misto alla commozione dinnanzi ad una villa comunale gremita di gente. L’applauso, tra il pubblico, di quegli amici storici che non vedevano da anni, il gruppetto di “affezionati” che da allora li segue ad ogni evento, l’adrenalina per aver tagliato un traguardo nonostante tutto e nonostante tutti: sono queste le storie di musica che vale la pena di raccontare.

Il 3 Agosto, dopo non poche peripezie, i Lucio Live Cover Band si esibiranno in Piazza Lecce, alle 21.30 presso la Marina Leccese di Casalabate. Per gli appassionati del genere, però, è possibile informarsi anche sulle successive esibizioni in programma sulla pagina facebook Lucio Live Cover Band, provvista anche di recapiti telefonici.

Dopo un piacevole pomeriggio in loro compagnia, non resta allora che lasciarli alle loro prove, in attesa di una serata, quella di Domenica, che a suon di musica regalerà, ancora una volta, innocenti evasioni.

{loadposition addthis}