Flavia Abati: omaggiamo la donna, da sempre soggetto preferito dai grandi artisti

0
1906

Flavia AbatiNovoli (Le) – A Novoli in via Matilde, presso la Saletta della Cultura “G. Vetrugno”, è stata inaugurata, alla presenza del vice Sindaco Avv. Gianmaria Greco e del dr. Giuseppe Orsi in rappresentanza del Sindaco di Poggiardo, dr. Giuseppe Colafati, la mostra organizzata dall’Accademia della Nike insieme a Paisemiu.com.

A fare da padrona di casa, introducendo e coordinando la serata, Marcella Negro. Sono intervenuti la Presidente dell’Accademia della Nike, Prof.ssa Flavia Abati ed il Prof. Vincenzo Abati, Critico e Storico dell’Arte, già Docente della cattedra di “Storia dell’Arte” presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Ed è proprio con Flavia Abati che abbiamo “chiacchierato” entrando nel vivo della mostra partendo però da una domanda d’obbligo nel giorno della festa della donna:

Professoressa oggi è la “festa della donna”. Oggi viene inaugurata questa mostra, non possiamo non chiederle, negli anni, nella storia dell’arte quali sono, per lei, i ritratti di donne più belli, magari i primi cinque partendo da “La dama con l’ermellino” o “La Gioconda”

“La donna è stata da sempre la Musa ispiratrice nella Storia dell’Arte. Grandi pittori hanno realizzato dei capolavori, ma le opere che secondo me hanno lasciato una traccia nella storia sono la “Venere” del Botticelli, che raffigura l’autentica bellezza femminile, la Judith di Klimt massima espressione della seduzione, e infine la Nike di Samotracia, affascinante scultura priva della testa e delle braccia a cui mi sono ispirata nel dare il nome della mia associazione ‘Accademia della Nike’ ”.

Nella domanda precedente non a caso abbiamo usato il termine “belli”; cos’è la bellezza nell’arte?

“La bellezza nell’Arte è la capacità di trasmettere con diverse tecniche quel qualcosa che riesce ad imprimersi in chi osserva, guarda e giudica un’opera. Il bello è soggettivo, in campo artistico è ancora più difficile definirlo”.

Cosa rappresenta per l’Accademia della Nike questa mostra “Nel giorno della Donna per la Donna”?

“Oggi non è una festa ma una celebrazione. Per noi celebrare con una mostra itinerante che toccherà due comuni quali Novoli e Poggiardo, è omaggiare la donna che è stata sempre uno dei soggetti preferiti dai più grandi artisti”.

8 marzo, una giornata particolare, ci viene naturale  pensare a tutti i quadri, le sculture, i libri, la musica, che non sono stati creati negli anni “antichi” in cui l’arte ha vissuto il suo massimo splendore; quante donne sarebbero potute essere produttive come, quanto o di più rispetto ai loro colleghi uomini se le loro ali non fossero state tarpate da una cultura orrendamente  maschilista?

“A dispetto di quello che la donna ha subito negli anni, oggi ci ritroviamo con molte di esse, che oltre ad essere brave ed affermate artiste, riescono anche a dar seguito a quel processo forse mai iniziato che finalmente le consacra protagoniste incontrastate”. 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“Orlando pazzo per amore”, tragicommedia pop al teatro comunale di Novoli
Next articleGli auspici elettorali del Prof. Egidio Zacheo