San Pietro in Lama, un concerto, il prossimo 8 giugno, per celebrare la Pentecoste

0
431

coro gregorianoSan Pietro in Lama (Le) – Domenica 8 giugno alle ore 19.00, presso la Chiesa di Maria SS. Assunta a San Pietro in Lama, la Schola Gregoriana “Cum jubilo”, diretta da Patrizia Durante, accompagnata all’organo dal maestro Antonio Marinozzi, presenta: MESSA DI PENTECOSTE.

Il concerto, pensato in occasione della celebrazione liturgica della Pentecoste, che chiude le festività del tempo pasquale, si snoderà in una serie di brani monodici e polifonici, tratti dai repertori del canto gregoriano, del canto fratto e della musica per organo d’età rinascimentale e barocca preposti a sviluppare le parti mobili del Proprium, ossia l’insieme delle parti della liturgia il cui testo varia in base alla specifica occasione liturgica.

Nel corso della Messa si ascolterà la celebre sequenza Veni Sancte Spiritus, per molto tempo attribuita a Papa Innocenzo III.

Alla Toccata VII tono di Bernardo Pasquini (1637-1710) faranno seguito l’introito Spiritus Domini, le litanie del Kyrie e la dossologia del Gloria.

Il testo dell’Alleluia Emitte Spiritum Tuum , tratto dal versetto 30 del Salmo 104, è una mirabile esaltazione della dipendenza di ogni creatura vivente da Dio proprio per quanto concerne lo “spirito”, ossia la vita. Alla professione di fede del Credo seguirà lo sfavillante brano All’Offertorio di Domenico Zipoli (1688-1726).

Seguiranno in sequenza il Sanctus, l’Agnus Dei e il Factus est repente della comunione.

Il Veni Creator Spiritus, attribuito all’arcivescovo di Magonza Rabano Mauro (IX sec.), inno liturgico regolarmente cantato nell’Ufficio delle Lodi e dei Vespri della festa di Pentecoste.

L’Hymnus in die Pentecostes Veni Creator Spiritus di Girolamo Cavazzoni (1520-1577) chiuderà l’intero programma ieratico-musicale della Messa di Pentecoste strutturato in piena sintonia con il colore rosso dei paramenti sacri, simbolo delle lingue di fuoco o dell’amore dello Spirito Santo.

{loadposition addthis}